ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Referendum in Irlanda: 66.4% per i SI contro 33.6% per i NO

Lettura in corso:

Referendum in Irlanda: 66.4% per i SI contro 33.6% per i NO

Referendum in Irlanda: 66.4% per i SI contro  33.6% per i NO
Dimensioni di testo Aa Aa

I SÌ al referendum irlandese pro-aborto sono stati 1.429.981, i NO: 723.632. La maggioranza dei SÌ conta con 706.349 in più rispetto al NO cosa che equivale al 66.4% per i SI e 33.6% per i NO: l'Irlanda ha abrogato l'VIII emandamento che dal 1983 impediva l'aborto.

Una maggioranza schiacciante

Se oltre il 66% del corpo elettorale dice sì all'aborto, una rivoluzione culturale c'è. La cattolica Irlanda si sente libera di dare alle proprie donne la libertà di scelta sulla gravidanza. Prima tappa era abolire l'emendamento che vietava sostanzialmente l'aborto. Il primo ministro Leo Varadkar, promotore di una consultazione preparata insieme a varie organizzazioni femministe e sostenuta da quasi tutte le formazioni politiche, al Castello di Dublino, esulta.

LEO VARADKAR: "Il popolo si è espresso e sta dicendo che questo è un Paese in cui abbiamo fiducia nelle donne e rispettiamo le loro scelte. Molte grazie per aver reso possibile questo. Grazie".

A celebrare c'è anche il Ministro alla sanità SIMON HARRIS che adesso deve far varare una legge idonea: "L'Irlanda ha votato oggi per prendersi cura delle donne con comprensione. Ora intendo andare al governo e chiedere il permesso di redigere quella legge. Questa sarà una legge che consentirà la risoluzione senza specifiche indicazioni nelle prime fasi della gravidanza, fino a 12 settimane, e successivamente, solo in relazione al rischio di morte della donna o se un feto ha anomalie letali"

Vincent McAviney, euronews: "Il 66,4% degli irlandesi ha votato per rimuovere il divieto costituzionale all'aborto. Un paio di anni fa, col referendum, la legalizzazione del matrimonio omosessuale è stata approvata con una maggioranza del 62%. Nessuno si aspettava di superare oggi quella soglia con una così grande maggioranza, i sondaggi davano il testa a testa. Adesso i legislatori del parlamento irlandese indicheranno la nuova legge che sarà introdotta entro dicembre".