ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russiagate, l'altolà repubblicano a Trump: "Lasci lavorare Mueller"

Lettura in corso:

Russiagate, l'altolà repubblicano a Trump: "Lasci lavorare Mueller"

Russiagate, l'altolà  repubblicano a Trump: "Lasci lavorare Mueller"
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Partito repubblicano sembra non aver gradito il licenziamento in tronco del vice capo dell'Fbi John McCabe, silurato a 24 ore dalla pensione con l'accusa di aver diffuso notizia riservate e di aver mentito sotto giuramento. Il presidente americano Trump - che, commentando la notizia su Twitter, ha gongolato parlando di "un grande giorno per la democrazia" - ha lasciato intendere che il prossimo nella lista potrebbe essere il procuratore speciale Mueller, titolare dell'inhciesta Russiagate, che appena qualche giorno prima aveva emesso un mandato che ordinava alla Trump organization di consegnare alcuni documenti relativi ai rapporti con la Russia.

Sul punto, però, il presidente ha ricevuto l'altolà di diversi pesi massimi del Partito repubblicano. "Se il Presidente è innocente - ha dichiarato a Fox News Trey Gowdy, senatore repubblicano e membro del Comitato sull'Intelligence - e se le accuse di collusione con i russi sono infondate come dice, allora si comporti da innocente".

L'invito, arrivato non solo da Gowdy ma anche da senatori come James Lankford e Marco Rubio, è a lasciar lavorare i federali e in particolar modo Mueller, che da un anno sta indagando sulle presunte interferenze che i russi avrebbero illegalmente operato sulla campagna presidenziale del 2016, allo scopo di favorire una vittoria di Trump.

In un tweet pubblicato subito dopo il licenziamento di McCabe, in effetti, il Presidente è tornato a definire l'inchiesta come una fraudolenta caccia alle streghe che non avrebbe dovuto nemmeno iniziare. Ma la personale guerra contro l'Fbi che il presidente sta portando avanti inizia ad innervosire seriamente la dirigenza del suo partito.

LEGGI ANCHE:

  1. Russiagate: licenziato l'ex vice direttore dell'Fbi

  2. Russiagate: Mueller chiede documenti a holding Trump

  3. Russiagate: "Sinceramente me ne frego", così Putin sulle accuse contro Mosca