ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il premier rumeno glissa sullo stato di diritto in Romania

Lettura in corso:

Il premier rumeno glissa sullo stato di diritto in Romania

Il premier rumeno glissa sullo stato di diritto in Romania
Dimensioni di testo Aa Aa

Il silenzio di Viorica Dancila sulla situazione in Romania lascia perplessi circa volontà del premier rumeno di sedare le tensioni relative riforma della giustizia e all'indipendenza dei giudici. Martedi, al termine del primo giorno di visita a Bruxelles dove ha incontrato i dirigenti europei, il neo primo ministro non ha menzionato la questione, anche se il presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani, afferma di aver ricevuto rassicurazioni. "Ho chiesto al governo rumeno di proseguire con convinzione il processo di riforme che dovrebbe migliorare lo stato di diritto, la lotta alla corruzione, la trasparenza e la competitività. Ha rinnovato inolte la disponibilità a cooperare con il Parlamento europeo ".

Nonostante gli avvertimenti della Commissione europea delle scorse settimane il governo rumeno non sembra aver intrapreso nessuna azione concreta, afferma Ska Keller eurodeputata dei verdi.

"Sono molto preoccupata per la situazione in Romania perché la modifiche legislative proposte e in parte già votate rappresenterebbero una seria minaccia alla lotta alla corruzione in Romania. Sostanzialmente si legalizza la corruzione e con il sistema giudiziario cosi riformato sarà difficile condannare le persone corrotte "

La controversa riforma della giustizia ha scatenato le proteste per le strade della capitale senza sortire effetto. I legami tra politica e corruzione sembrano evidenti soprattutto dopo la scelta del nuovo premier di avvalersi di un consigliere, Darius Valcov, condannato proprio per questo reato.