ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Meriem, la foreign fighter italiana si nasconde in Francia?

Lettura in corso:

Meriem, la foreign fighter italiana si nasconde in Francia?

Dimensioni di testo Aa Aa

Si riaccendono i riflettori su Meriem Rehaily, la foreign fighters italiana di 22 anni, di origine marocchina, fuggita da Arzergrande (in provincia di Padova) nel 2015 per raggiungere le milizie dell'Isis in Siria. 

Data per morta, lapidata nel Cailffato per adulterio, in realtà - secondo il quotidiano arabo Al Ahdath al Maghribia, che cita fonti di intelligence europee - sarebbe ancora viva e ora, fuggita da Raqqa, si nasconderebbe in Francia, con una falsa identità, pronta ad attacchi terroristici anche in Italia, e in particolare a Roma.

Da ambienti vicini ai carabinieri di Padova, che seguono le indagini, filtra la notizia per cui si tratterebbe di informazioni non verificati e quindi da non giudicarsi attendibili.

La ragazza, che usa il nome di battaglia Sorella Rim, è stata condannata per 4 anni in contumacia dal Tribunale di Venezia per terrorismo. 

Molto preoccupati i genitori, che hanno rivelato che loro figlia è stata plagiata e costretta a seguire i miliziani dell'Isis, ma - secondo il padre - Meriem non ha alcuna intenzione di fare del male a nessuno. 

Ma tutti ricordano un suo messaggio-giuramento di fedeltà allo sceicco Al-Baghdadi.