ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Albania in corsa per i negoziati con l'UE

Lettura in corso:

L'Albania in corsa per i negoziati con l'UE

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Albania bussa con insistenza alle porte dell’Unione europea. Il paese, reduce da una feroce dittatura terminata nel ’91, é candidato membro dal 2014 ma spera di aprire i negoziati di adesione il prossimo anno. Il primo ministro Edi Rama è a Bruxelles da martedi per incontrare i leader europei e ribadire l’importanza di questa regione macerata da conflitti in passato, dove gli equilibri sono ancora molto delicati.
“La sfida è portare i Balcani ad un altro livello – ha affermato Edi Rama- , da teatro di riforme a luogo centrale per la strategia geopolitica. Vogliamo aprire negoziati perché vogliamo andare oltre”.
Su richiesta della Commissione europea, il paese ha approvato una serie di riforme per contrastare l’alto livello di corruzione nel settore giudiziario che, insieme alla criminalità organizzata, rappresentano un ostacolo alla modernizzazione del paese. Un’altra sfida è il contrasto alle attività legate alla produzione e al traffico di stupefacenti. Una recente operazione congiunta con la Guardia di finanza italiana ha portato allo smantellamento di un importante campo di coltivazione di cannabis, ma c‘è ancora molto lavoro da fare e l’Albania chiede ai paesi europei di essere aiutata in questa battaglia.
“Per combattere ogni tipo di minaccia, dalla droga al terrorismo è necessario un lavoro di coesione, abbiamo bisogno di rafforzare la cooperazione, dobbiamo essere interconnessi come lo sono i criminali”.
Appuntamento a febbraio allora, quando la Commissione europea presenterà la sua strategia per i Balcani dove valuterà i i progressi fatti dall’Albania.