ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cop23: l'appello delle isole Fiji, fare di più sul clima

Con l'aumento progressivo delle temperature, le piccole isole-stato temono di essere spazzate via dall'innalzamento dei mari

Lettura in corso:

Cop23: l'appello delle isole Fiji, fare di più sul clima

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’occasione quella del Cop23, la Conferenza delle Parti della Convenzione Onu sul Cambiamento Climatico, a Bonn per tornare ad affrontare le questioni chiave dell’accordo di Parigi e insieme trovare gli strumenti per limitare il riscaldamento globale. Le isole Fiji che presiedono la conferenza, puntano a far comprendere il loro stato di emergenza.Con l’aumento progressivo delle temperature, le piccole isole-stato temono di essere spazzate via dall’innalzamento dei mari.

Aiyaz Sayed-Khaiyum, ministro dell’Economia delle isole Fiji:

“Sfortunatamente ci sono alcuni paesi che risentono maggiormenete del cambiamento climatico. Quindi è importante che venga garantita una forma di assistenza nei loro confronti da parte dei diversi stati”.

Tra la zone a richio anche l’Indonesia, coste sempre più sommerse dai riufiuti e non solo. A causa dell’innalzamento degli oceani, entro il 2050 qui potrebbero sparire 2mila isole e 42 milioni di case.La domanda è quale sia in questo contesto il ruolo dei delegati statunitensi. Washington, per volere del nuovo presidente Donald Trump, ha più volte fatto sapere di voler uscire dall’ accordo sul clima di Parigi.