ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele distrugge un tunnel e accusa Hamas

Sette morti e 12 feriti fra i palestinesi per la distruzione di un tunnel. Hamas: "vogliono danneggiare la riconciliazione". Netanyahu: "Colpiremo chiunque cerchi di farci del male".

Lettura in corso:

Israele distrugge un tunnel e accusa Hamas

Dimensioni di testo Aa Aa

Sette palestinesi sono rimasti uccisi nella distruzione da parte di Israele di un tunnel fra la Striscia di Gaza e il territorio dello Stato ebraico. Due erano membri del braccio armato di Hamas, gli altri facevano parte del jihad islamico. Secondo l’esercito israeliano si trattava di una galleria ancora in costruzione che veniva sorvegliata da tempo.

Per Hamas è un’azione che intende danneggiare la riconciliazione palestinese. Poche settimane fa l’accordo con Fatah per il controllo dei Territori. “Continueremo a pianificare e preparare la difesa del nostro popolo e della nostra terra sacra, è un diritto garantito” sostiene Fawzi Barhoum, portavoce di Hamas.

“Colpiremo chiunque cerchi di farci del male” ha promesso il premier israeliano Benjamin Netanyahu: “Ho già detto molte volte che stiamo sviluppando una tecnologia pioneristica contro la minaccia dei tunnel e la stiamo applicando. Oggi abbiamo individuato un tunnel, lo abbiamo distrutto e continueremo a farlo. Consideriamo Hamas responsabile di ogni tentativo di danneggiare la nostra sovranità al di fuori del loro territorio attraverso delle persone che vivono nel loro territorio. Continueremo a difendere le nostre frontiere”.

Nell’aprile dell’anno scorso l’esercito israeliano aveva annunciato di aver distrutto un tunnel simile. La distruzione delle gallerie fu uno dei principali obiettibi della Guerra di Gaza nell’estate del 2014 che provocò la morte di oltre duemila palestinesi, fra i quali più di 500 bambini, e di 74 israeliani secondo l’Onu.