ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Eurogruppo concede nuovi aiuti alla Grecia

Lettura in corso:

L'Eurogruppo concede nuovi aiuti alla Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’altra tranche di aiuti. 8,5 miliardi. Ma niente taglio definitivo del debito. Con questo risultato si è chiuso l’Eurogruppo sul futuro prossimo della Grecia. Una boccata di ossigeno che permetterà ad Atene di onorare il debito con Fmi e Bce per un totale di 6,5 miliardi.
“Nessuno dice che questa sia la soluzione migliore”, ha detto il direttore del Fmi, Christine Lagarde. “Penso che molti di noi siano convinti che la soluzione migliore sarebbe stata l’approvazione finale del taglio del debito per una chiarezza definitiva. Questa è la seconda soluzione migliore”. Lagarde ha aggiunto che questi saranno gli ultimi soldi finchè la Grecia non garantirà un piano reale di intervento sul debito.
Ma il ministro delle finanze francese, Bruno Le Maire, replica che è necessario legare il saldo del debito alla crescita: “Questo meccanismo è stato accettato da tutti i partiti. Significa che se c’è una crescita migliore, ci sarà una rivalutazione del rimborso del debito greco”.

Il ministro delle finanze greco, Tsakalotos, si è detto ottimista: “Dati i sacrifici del governo greco, l’accettazione generale dell’estensione del nostro programma di riforme, il forte calo di stipendi e pensioni del popolo greco, pensavamo di meritare qualcosa in più. Ma è quello che è. E penso che la chiave sia che si vede una luce in fondo al tunnel”

Efi Koutsokosta di euronews ha commentato: “Un altro incidente pericoloso per la Grecia è stato evitato questa volta. Questo accordo è un grande compromesso e intanto l’annosa questione del taglio definitivo del debito rimane sospesa. Il Fmi e l’Eurozona torneranno la prossima estate con la fine del programma di bailout sperando che le differenze siano colmate. Comunque tutti sono d’accordo sul fatto che la Grecia abbia bisogno di riforme ambiziose e un taglio del debito per rialzarsi di nuovo sulle sue gambe”.