ULTIM'ORA

Portland, duplice omicidio per motivi razziali

Suprematista bianco aggredisce due ragazze e uccide i due uomini intervenuti in loro difesa

Lettura in corso:

Portland, duplice omicidio per motivi razziali

Dimensioni di testo Aa Aa

Uccisi perché volevano difendere due ragazze. Due uomini sono morti a Portland in Oregon Stati Uniti, vittime di un suprematista bianco che li ha accoltellati su un treno metropolitano.
Le vittime erano intervenute in difesa di due ragazze, una sedicenne nera a una sua amica musulmana e velata, prese di petto con insulti razzisti.
Pete Simpson della polizia di Portland, racconta così l’accaduto: “I funzionari sono andati sul treno. Hanno trovato una delle vittime con gravi lesioni. Hanno tentato misure di salvataggio in treno ma non sono riuscite e l’uomo è morto subito. Sul posto c’erano altri due uomini accoltellati e immediatamente soccorsi dai medici. Uno dei due è morto all’ospedale”, il terzo non è in pericolo di vita.
L’assassino, Jeremy Joseph Christian, 35 anni, pregiudicato, è un noto suprematista e la sua pagina facebook è piena di video razzisti. In America dopo l’elezione di Donald Trump sono sempre più frequenti scontri tra antifascisti e suprematisti bianchi.

Asha Deliverance, la madre di una delle vittime, Taliesin Myrddin Namkai Meche, ricorda suo figlio su facebook

Clicca qui per vedere chi è Jeremy Joseph Christian a la sua foto sul Washington Post