ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russiagate: ex direttore FBI nominato procuratore speciale

Sarà l’ex direttore dell’FBI, Robert Mueller, a guidare l’inchiesta sulle presunte ingerenze del Governo russo, volte ad influenzare l’elezione di Donald Trump alla Casa…

Lettura in corso:

Russiagate: ex direttore FBI nominato procuratore speciale

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà l’ex direttore dell’FBI, Robert Mueller, a guidare l’inchiesta sulle presunte ingerenze del Governo russo, volte ad influenzare l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca.

La nomina in veste di procuratore speciale è stata ufficializzata dal Dipartimento di Giustizia statunitense.

Il Presidente, dal canto proprio, continua ad ostentare tranquillità, commentando che l’indagine affidata al predecessore di James Comey dimostrerà che “non c‘è stata alcuna collusione tra la sua campagna e altre entità straniere”.

“Nominando qualcuno come Robert Mueller, che ha già lavorato all’interno dell’FBI – dice James Lankford, Senatore repubblicano -, si evince un buon segnale riguardo al fatto che si vuole ben chiarire la vicenda: è un’ottima scelta per svolgere egregiamente il proprio lavoro, un supervisore che è anche una persona indipendente”.

Non sono mancati gli attestati di stima per Mueller anche sull’opposto fronte politico.

“Sono molto contento per la nomina – afferma invece il Deputato Democratico Jim Himes -, anche perchè Mueller è un’ottima persona, con un’integrità inconfutabile”.

“Ritengo sia un buon inizio nella giusta direzione – conclude infine il Democratico John Conyers -, anche se la nuova presidenza sta accumulando una crisi dopo l’altra”.

La tempesta politica sul caso si era intensificata dopo le accuse, rivolte a Trump, di aver fatto pressioni sull’ultimo direttore dell’FBI, James Comey, affinché abbandonasse le indagini inerenti il Russiagate.