ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Turchia: nuova ondata di arresti, manette per almeno 160


Turchia

Turchia: nuova ondata di arresti, manette per almeno 160

Centosessanta mandati d’arresto in una sola mattinata, sempre per sospetti legami con la rete di Fehtullah Gülen e il tentato colpo di Stato del luglio scorso.
La Procura di Istanbul ha ordinato l’arresto di 102 operatori della Borsa, una sessantina dei quali sono stati portati in carcere al termine di un raid all’alba, in sei quartieri della metropoli.
Una quarantina di operatori sono tuttora ricercati.

È in stato di fermo anche Oğuz Güven, a capo del sito web di Cumhuriyet, uno dei pochi giornali d’opposizione rimasti.
Güven ha annunciato con un tweet il proprio arresto, quando veniva portato via da casa.
L’arresto sarebbe da collegare a un articolo sulla morte sospetta, in un incidente d’auto due giorni fa, di un magistrato, Mustafa Alper, che dopo il fallito colpo di Stato avviò un’inchiesta sulla presunta rete golpista di Gülen.

In mattinata è stata lanciata anche un’altra operazione della polizia finanziaria turca, per 57 arresti in diverse città, sempre per sospetti legami con la rete gulenista. Tra gli arrestati anche una cittadina tedesca.

Sono quasi 150.000 le persone arrestate da luglio in poi, nel corso delle retate anti-guleniste.

Auto: Hyundai e Kia richiamano 240.000 veicoli per ordine del governo sudcoreano

Corea del Sud

Auto: Hyundai e Kia richiamano 240.000 veicoli per ordine del governo sudcoreano