ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: Macron attacca Le Pen su radici FN, Le Pen lo chiama "nemico del popolo"

A sei giorni dal ballottaggio delle presidenziali francesi, il candidato centrista Emmanuel Macron ha commemorato una vittima dell’estrema destra, a Parigi.

Lettura in corso:

Francia: Macron attacca Le Pen su radici FN, Le Pen lo chiama "nemico del popolo"

Dimensioni di testo Aa Aa

A sei giorni dal ballottaggio delle presidenziali francesi, il candidato centrista Emmanuel Macron ha commemorato una vittima dell’estrema destra, a Parigi. Brahim Bouarram, un marocchino di 29 anni, fu spinto nella Senna da un gruppo di naziskin durante una manifestazione di Jean Marie Le Pen, 22 anni fa.

Macron ha attaccato l’avversaria per le dichiarazioni sul rastrellamento di 13.000 ebrei nel luglio del 1942: la Francia non fu responsabile, ha detto Marine Le Pen.

“Avete sentito qualche settimana fa le affermazioni della dirigente del partito di estrema destra sul rastrellamento del Velodromo d’inverno?, ha affermato Macron. “Le radici sono evidenti. Le stesse cause producono gli stessi effetti. Io non dimenticherò e mi batterò fino all’ultimo secondo, non soltanto contro il suo progetto, ma contro la sua idea della democrazia e della Repubblica che non è la mia”.

Durante la commemorazione alcune associazioni contro il razzismo hanno lanciato un appello a sbarrare la strada al Front National il 7 maggio.

Giornata di primo maggio fra i sostenitori a Villepinte per Marine Le Pen che ha lanciato una serie di attacchi all’avversario, definito come un “nemico del popolo”.

Macron è il volto della finanza da fermare, ha ripetuto la candidata di estrema destra. “Restate liberi. Vi esorto alla lucidità, a un sobbalzo nazionale. Non date neppure un voto al signor Macron. Non prolungate questo quinquennato indegno lasciandovi colpevolizzare abusivamente. Non prolungate la sofferenza di un Paese e di un popolo che non ne possono più”.

Ha espresso sostegno alla figlia, Jean Marie Le Pen, co-fondatore del Front National ormai escluso dal partito, durante il tradizionale omaggio del partito di estrema destra a Giovanna d’Arco, nella capitale.