ULTIM'ORA

Barcellona e Paris Saint-Germain, destini incrociati in campionato

Ben ritrovati a The Corner.

Lettura in corso:

Barcellona e Paris Saint-Germain, destini incrociati in campionato

Dimensioni di testo Aa Aa

Ben ritrovati a The Corner. Oggi vi parliamo di destini incrociati, come quelli di Barcellona e Paris Saint-Germain che dopo essersi affrontate in una sfida epica, che ha visto i francesi soccombere incredibilmente e i blaugrana volare ai quarti di Champions League, sono tornate in campo nei rispettivi campionati. E se il Barça si è forse seduto un po’ troppo comodamente a La Coruña, il PSG ha saputo rialzare la testa a Lorient. Una curiosità: entrambi gli incontri sono terminati con lo stesso score, ma a risultati invertiti.

Non si è ancora ripreso il Barcellona da quell’inatteso 6-1 rifilato al PSG in casa, nel ritorno degli ottavi di Champions. I catalani di Luis Enrique, infatti, sono caduti contro la 15esima in classifica, il Deportivo La Coruña, a segno con Joselu e Alejandro Bergantinos. A nulla è servito il gol del solito Luis Suarez: i biancoblu, vincendo 2-1, hanno interrotto la striscia di gare senza sconfitte dei blaugrana, fermi a 19.

2-1 è anche il risultato dello scontro tra Lorient, fanalino di coda in Ligue 1 e PSG, ma questa volta a favore dei francesi. Ci si aspettava una reazione dagli uomini di Emery dopo la disfatta europea e così è stato. Ad aprire le marcature con un’autorete è stato Benjamin Jeannot. Il 19enne Christopher Nkunku ha poi raddoppiato per i campioni di Francia, con la formazione locale che ha accorciato, inutilmente, le distanze al 69esimo, grazie a Michaël Ciani.

Il Real Madrid vola, Navas rischia; Monaco al top, Bastia in crisi

Ed ora, vediamo i protagonisti dello scorso weekend nei campionati spagnolo e francese, nella nostra rubrica Up & Down.

Iniziamo dal Real Madrid che si riprende la vetta in solitaria della classifica, grazie ai 3 punti conquistati al Santiago Bernabeu contro il Betis. I blancos, che vanno a segno da 48 gare consecutive, sono l’unica squadra di Liga ad essere imbattuta tra le mura amiche.

Se il Real si merita un ‘‘Up’‘, non si può di certo dire lo stesso del suo portiere Keylor Navas. Il gol del Betis che apre le marcature è stato una papera incredibile del costaricano, che poco prima aveva rischiato anche l’espulsione. Il suo futuro alla Casa Blanca è ora in bilico.

Attraversando i Pirenei, continua il momento d’oro del Monaco, che trova il 21esimo successo stagionale in campionato, stendendo in casa il Bordeaux. La vetta della Ligue 1 è tutta degli uomini di Jardim, a +3 sui parigini.

E’ in crisi nera, invece, il Bastia, che incassa 5 gol e una pesante sconfitta a Guingamp. I corsi non vincono da 11 gare consecutive e sono penultimi in classifica, in piena zona retrocessione.

Previsioni

Questa settimana scopriremo le altre quattro squadre partecipanti ai quarti di finale di Champions League e venerdì gli abbinamenti per la prossima fase. Se volete sapere come finiranno questi incontri, ve lo diciamo noi. Tra l’altro, la scorsa settimana, ne abbiamo indovinato almeno uno: il 3-1 del Real Madrid a Napoli. Chissà se faremo meglio questa volta. Giocate con noi e inviateci le vostre previsioni, sui social networks, attraverso l’hashtag #TheCornerScores.

Dovrebbe passare senza problemi la Juventus, in casa con il Porto, così come l’Atletico Madrid. Leicester e Siviglia dovranno giocarsi la qualificazione ai supplementari, mentre il Monaco ribalterà il risultato dell’andata eliminando il Manchester City.

Kazu Miura segna a 50 anni suonati

Mezzo secolo e non sentirlo. Kazuyoshi Miura, meglio conosciuto come ‘‘King Kazu’‘, ha una lunga, anzi lunghissima, carriera alle spalle: 31 anni spesi nel calcio professionistico. E alla ‘‘tenera’‘ (si fa per dire) età di 50 anni e 14 giorni, il giapponese ex Genoa è riuscito a segnare ancora. Lo ha fatto durante la sfida di seconda divisione nipponica, tra il suo Yokohama e il Thespakusatsu Gunma. Una rete importantissima perché ha dato la vittoria al suo club e soprattutto perché lo ha fatto diventare ancor più leggendario. Su queste immagini ci salutiamo e vi diamo appuntamento a lunedi’ prossimo. Non mancate!