ULTIM'ORA

Lettura in corso:

"Mantenere la calma e negoziare" è il nuovo slogan della Brexit


Stato dell’Unione

"Mantenere la calma e negoziare" è il nuovo slogan della Brexit

“Mantenere la calma e negoziare! “ è lo slogan che fa il verso al famoso motto “Mantenere la calma e andare avanti”, destinato a sollevare il morale del popolo britannico durante la seconda guerra mondiale. Il francese Michel Barnier, il “signor Brexit “della Commissione europea, ha rotto il suo silenzio.
Il capo negoziatore europeo ha dettato i tempi e consegnato il programma seguente: avviare la procedura per il divorzio nel mese di marzo, raggiungere un accordo entro il mese di ottobre 2018 e ratificare il testo entro il mese di marzo 2019 in modo da poter affrontare le elezioni europee senza il Regno Unito.
Una Brexit una chiara e organizzata, questo è quello che Bruxelles vuole e questa settimana Londra ha fatto un piccolo passo in quella direzione: i deputati hanno votato il calendario del governo, che prevede di avviare un procedimento di divorzio prima del 31 marzo.

l nostro Tweet della settimana riprende una foto di 7 mesi fa, molto commentata sui social network: dopo le dimissioni di David Cameron, poi di Matteo Renzi, la rinuncia di François Hollande, e la partenza di Barack Obama, non ne resta che: Angela Merkel. Il suo partito, per la quarta volta, l’ha designata a maggioranza come candidata Cancelleria.

Il nostro personaggio in ascesa della settimana è Manuel Valls: l’ex primo ministro francese ha annunciato la sua candidatura per le elezioni presidenziali del prossimo anno. Avrà molto da fare per conciliare la sinistra francese.

Torniamo a Bruxelles, dove non sono previsti incentivi fiscali: inflessibile e sostenuto dalla Germania, il Presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Daisenbloom, ha ritoccato la proposta della Commissione europea di spendere fino allo 0,5% del PIL per sostenere l’economia della zona euro. Un’ occasione mancata per un’ Europa sinonimo d’ austerità.
Ma l’Unione europea a volte sa ispirare: la Commissione europea ha lanciato un dispositivo di formazione e di volontariato per i giovani al di sotto dei 30 anni: il Corpo Euopeo di solidarierà.

È costata 321 milioni di euro e forse qualcosa di più. La nuova sede dell’Unione Europea è stata inaugurata questa settimana. Il suo soprannome: l’uovo spaziale.

La prossima settimana i ministri degli esteri dell’UE accolgono il premio Nobel per la Pace 2016, il presidente colombiano Juan Manuel Santos.
Il Momento clou della sessione del Parlamento europeo a Strasburgo sarà la cerimonia del premio Sakharov “per la libertà di pensiero”, assegnato alle due ragazze Yazide sopravvissute allo Stato Islamico: Nadia Murad, Lamiya Aji Bashar.
Giovedì i capi di Stato e di governo si incontrano per l’ultima volta quest’anno: Brexit, crisi migratoria, sicurezza, Russia ed Ucraina saranno le questioni da affrontare.

Buona settimana a tutti

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

Stato dell’Unione

Equilibri stravolti al Parlamento europeo