ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Addio Kerry, adesso la NATO dovrà ripensare i legami transatlantici


Redazione di Bruxelles

Addio Kerry, adesso la NATO dovrà ripensare i legami transatlantici

È stato bello finché è durato. Ultimo vertice NATO martedi a Bruxelles per John Kerry, segretario americano alla difesa. Con l’avvento dell’ amministrazione Trump la forza dei legami transatlantici potrebbe cambiare. Per il segretario generale dell’Alleanza, Jens Stoltenberg, è necessario rinforzare la cooperazione tra Europa e NATO. “Al centro della riunione – ha affermato in conferenza stampa- c‘è stata l’importanza del legame transatlantico, il legame tra l’Europa e il Nord America. E un modo per rafforzare il legame tra il Nord America e l’Europa è rafforzare la cooperazione tra la NATO e l’Unione Europea “.

Una maggiore partecipazione europea nell’Alleanza è necessaria, vista la minaccia paventata da Donald Trump di ridurre il contributo americano per difendere l’Europa. Ma secondo Bruno Lete del German Marshall Fund, la posizione del neo presidente eletto non sarebbe insolita. “Gli Stati Uniti forniscono quasi il 73% del bilancio della NATO – ha spiegato al nostro giornalista- quasi 4 volte di più per soldato della media europea. Ciò non è sostenibile ed è una tradizione nella politica estera degli Stati Uniti, chiedere da Washington che l’Europa si prenda cura del suo giardino. È indifferente che alla Casa Bianca ci sia un democratico o un repubblicano. Questa tendenza rimane”

Un pacchetto di 40 misure in 7 aree di collaborazione tra UE e NATO è stato varato al termine della riunione, in accordo con gli impegni assunti a Varsavia a luglio scorso.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles

Emergency lessons. Ovvero come UE e UNICEF puntano sull'istruzione in contesti di crisi