ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bukina Faso, opportunità d'oro


target

Bukina Faso, opportunità d'oro

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

L’oro, il manganese, i fosfati. Il Burkina Faso possiede molti tesori. L’industria mineraria sta diventando un pilastro dell’economia di questo paese dell’Africa occidentale. Tuttavia è necessario che la ricchezza diventi un vantaggio per tutti. Le autorità assicurano e garantiscono un vasto piano per la crescita del settore.

Polvere d’oro nell’Africa nera

Ci troviamo a un centinaio di metri sottoterra nelle gallerie della miniera a Bagassi, nella parte occidentale del Burkina Faso. Una delle 8 miniere d’oro del paese. Nel 2010 la canadese Roxgold ha ottenuto una licenza di scavo. Dal 2001, il Paese esporta ogni anno circa 40 tonnellate di oro, con un giro d’affari miliardario, e altre 260 tonnellate possono ancora essere estratte dalle miniere esistenti. Un settore dunque di importanza strategica per le autorità. “Questo settore è fondamentale per essere competitivi, è necessario che il codice minerario sia attraente. Lo stesso deve essere in termini di infrastrutture di supporto, come elettricità, acqua, strade, le imprese devono essere competitive. Questo è quello su cui sta lavorando il mio governo”, ci fa notare Paul Kaba, Primo Ministro del Burkina Faso.

Miniere in Burkina Faso, opportunità di crescita economica

Oltre all’oro, nel sottosuolo del Burkina Faso ci sono altre risorse importanti come il manganese, lo zinco o i fosfati, opportunità di grande investimento e anche di lavoro. Nel Paese la gran parte della popolazione ha un lavoro precario. Ora l’industria mineraria è in grado di fornire prospettive di occupazione più stabili. Si parla di 17.000 nuovi posti di impiego nei prossimi anni. Grazie anche a corsi di formazione. Come quello gestito da Moumouni Séré. Dopo gli studi negli Stati Uniti, è tornato in Burkina Faso, aprendo nella capitale una scuola per operai, tecnici e ingegneri. “Finora, per posizioni qualificate occorre prendere degli stranieri perché qui non c‘è manodopera locale specializzata. Dobbiamo formare noi le persone. Se però hanno una qualifica dovrebbero avere accesso a posti di lavoro nel settore minerario”, ci racconta il Direttore Séré.

Il piano di sviluppo del governo

Obiettivo del governo: far sì che la ricchezza generata dal settore minerario vada a beneficio di tutti. “La filosofia è quella di far capire che, dato che le miniere sono un settore promettente per l’economia del Burkina Faso, il settore minerario può essere un valore aggiunto per tutte le persone. Ecco perché vogliamo lavorare nell’interesse di coloro che operano nel settore minerario e nell’interesse delle popolazioni locali.“Rosine Sori-Coulibaly, ministro delle Finanze e dell’Economia del Burkina Faso.

Nei villaggi intorno alla miniera, l’economia locale è in forte espansione grazie anche all’arrivo di imprese internazionali. I giovani lavorano come guardie o autisti. Gli agricoltori vendono più frutta e verdura. Per la signora Makoura il suo libro di cucina è diventato un must. Prima non vendeva molto. Ora invece è un successo. E’ diventata famosa e un po’ più benestante.

Piccola storie di persone che sono riuscite a migliorare il proprio tenore di vita. Intanto il governo del Burkina Faso sta lavorando a un piano ambizioso per lo sviluppo economico e sociale. Obiettivo: 8% di crescita all’anno fino al 2020.

ALL VIEWS

Clicca per scoprire

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

target

Alla scoperta del Teknopark di Istanbul, tra multinazionali, start-up e agevolazioni fiscali