ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Terremoto: scuole distrutte o danneggiate, e in migliaia rischiano di perdere l'anno


Italia

Terremoto: scuole distrutte o danneggiate, e in migliaia rischiano di perdere l'anno

In Italia centrale, oltre ai danni materiali, il terremoto ha portato con sé moltissimi problemi che colpiscono soprattutto i più piccoli. L’incertezza è legata soprattutto al futuro dell’anno scolastico. Moltissime scuole versano in uno stato pietoso e per molte altre sono necessari studi per capire la tenuta delle costruzioni. In alcune località il 70% delle costruzioni è inagibile. Molte persone sono state alloggiate negli alberghi sulla costa, il problema è che nessuno sa quanto tempo gli sfollati dovranno restarci. Senza dimenticare che mettere in sicurezza una scuola costa. Resta solo la speranza come quella del sindaco di Muccia: “Io spero che…non penso prima della fine dell’anno scolastico ma penso che il prossimo anno scolastico sarà funzionante”

Circa 40.000 le persone sfollate, ma si teme possano essere fino a 100.000 e i genitori sono terrorizzati dal fatto che i bambini possano perdere un anno: “La paura nostra é se viene perso l’anno scolastico, praticamente. Dicono che abbiamo la possibilità di iscriverli nelle scuole qui sulla costa però siccome non sappiamo quale sarà il nostro futuro….”

Il governo ha promesso la messa in sicurezza di decine di migliaia di scuole in tutto il Paese, ma per ora, soprattutto nelle zone terremotate ancora scosse dallo sciame sismico e con l’inverno che incombe, la cosa che interessa di più gli sfollati è soprattutto una: fare presto. 200 finora i comuni colpiti dal sisma.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

S.Africa: rapporto Public Protector, "probabile corruzione al vertice dello Stato"