ULTIM'ORA

Lettura in corso:

IFA 2016: l'invasione dei robot

Sci-tech

IFA 2016: l'invasione dei robot

In partnership con

Largo ai robot all’IFA, a Berlino, la maggiore fiera sulla tecnologia d’Europa. Le nuove generazioni stanno per entare nelle case dei consumatori come nuovi collaborativi elettrodomestici.

Una nuova civiltà delle macchine che sollevino l’uomo dai compiti piu’ minuti.

Nicole Scott, direttore del sito web ‘Mobilegeeks’: “Da tempo vediamo i robot, ma allora la tendenza? Naturalmente c‘è. I robot sono entrati da anni nelle fabbriche. Adesso pero’ entrano nelle case, giusto? Con l’internet delle cose e l’automazione il loro utilizzo diventa accessibile per il consumatore medio. Ecco il robot per la pulizia della finestra, i robot pulisci pavimenti che vanno in giro per casa per controllare cose diverse, ci sono anche i robot che fanno da baby sitter agli animali o portano loro il cibo”.

Se il robot cura la casa al padrone resta piu’ tempo libero ma deve certo guidare via Bluetooth i compiti casalinghi.

Questo robot è stato progettato per affrontare lo sporco e le macchie nelle zone difficili da raggiungere.

Jaime Rivera, direttore del sito ‘Pocket Now’: “I robot sono una nicchia. Risolvono certi problemi nelle università e nelle fabbriche. Cosi’ come internet era 40 anni fa uno strumento utile per il governo adesso è di dominio pubblico; ai robot accadrà la stessa cosa, ma devono diventare utili per i consumatori”.

Non tutte le trovate sono essenziali ma la comodità la offre questa tecnologia col riconoscimento facciale che individua chi è a caccia di un caffe che sia di suo gusto.

Joshua Vergara, del sito web ‘Android Authority’: “Non si punta a delegare a un robot quello che facciamo durante il giorno. Piuttosto cerchiamo di rendere tutto piu’ intelligente. Sono tanti i compiti in ambito industriale e molta forza lavoro potrebbe essere sostituita con i robot, ma per l’utente quotidiano, per la vita quotidiana di ognuno di noi, si punta di più sul controllo di settori della nostra vita che vogliamo guidare con lo smartphone”.

Questo apparecchio sudcoreano è un pulitore automatico di finestre, con un magnete pulisce entrambi i lati del vetro. Si attiva con un pulsante dopo aver misurato lo spessore del vetro agisce con un panno in microfibra.

Ancor piu’ sorprendente questo altoparlante a lievitazione magnetica.
Non tutti pero’ sono pronti a pagare il prezzo della rivoluzione tecnologica…

Jaime Rivera, direttore di ‘Pocket Now’ website: “Mi piacerebbe passeggiare per casa ascoltando automaticamente la musica ma ho già un impianto stereo. Ho già un letto e un frigorifero, prodotti pensati per durare 20 anni …perché dovrei voler investire ancora nel frigorifero se non mi garantisce un cibo migliore. Se è solo per essere piu’ smart e per controllare la temperatura e risparmiare un po ‘di soldi su tutta la linea…”

Per gli appassionati di ‘Star Wars’ l’ IFA propone un nuovo dispositivo per il piccolo robot BB-8, presentato lo scorso anno. Si tratta del braccialetto di controllo chiamato “Force Band”.

Prossimo Articolo