ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Lago Ciad: malnutriti e strumento di violenza, la sorte dei bambini nella denuncia dell'Unicef

mondo

Lago Ciad: malnutriti e strumento di violenza, la sorte dei bambini nella denuncia dell'Unicef

Pubblicità

In Africa sono 475mila i bambini nella regione del bacino del lago Ciad a soffrire di malnutrizione acuta grave. Lo denuncia l’Unicef nel rapporto “Bambini in movimento, bambini lasciati indietro”. Anni di violenza da parte di Boko Haram, che ha condotto attacchi nel nord-est della Nigeria, hanno portato a un peggioramento della crisi umanitaria che ha causato 1,4 milioni di minori sfollati. Fornire assistenza umanitaria nelle aree a rischio è sempre più difficile.

“Abbiamo visto adulti così esausti da non essere in grado di muoversi, i bambini con le facce gonfie, gli occhi scavati e altri chiari indicatori di malnutrizione acuta. C‘è urgente bisogno di veicoli blindati e scorte militari per fornire una maggiore sicurezza e protezione agli operatori umanitari affinché possano raggiungere in modo più efficace le popolazioni vulnerabili. ‘’

In Nigeria oltre 2 milioni di persone hanno un immediato bisogno di assistenza umanitaria, due terzi degli abitanti vivono al di sotto della soglia di povertà. Solo nel nord-est della Nigeria, si stima che 20.000 bambini siano stati separati dalle loro famiglie. Circa 1 attacco suicida su 4 è stato condotto utilizzando un minore.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo