ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Australia: risultati elettorali non prima di martedì

mondo

Australia: risultati elettorali non prima di martedì

Pubblicità

In Australia la pausa domenicale ha interrotto lo scrutinio dei voti a uno stadio che fotografa una sostanziale parità e prolunga l’incertezza sull’esito elettorale.

Il premier uscente, il conservatore Malcom Turnbull, che secondo molti osservatori potrebbe aver sbagliato nello scegliere le elezioni anticipate, ostenta sicurezza, dichiarando: “Resto fiducioso che, quando lo spoglio sarà completato, possa essere riconfermata la maggioranza al governo della coalizione.”

I risultati non si avranno prima di martedì, ma forse ci vorrà molto di più per certificarli, se lo scarto sarà minimo come sembra e anche i voti che giungono per posta saranno determinanti.

Il leader dell’opposizione Bill Shorten spera nel sorpasso. “La scorsa notte – ha detto – è stata una notte storica. Il partito laburista è sicuramente tornato in scena.”

C‘è chi pensa che il premier conservatore abbia pagato nelle urne lo scotto per lo sgambetto fatto al suo predecessore e compagno di partito, detronizzandolo con un voto di sfiducia.

“Credo semplicemente che il Paese si sia rivoltato contro Malcolm per ciò che ha fatto a Tony Abbott” è l’opinione di Debbie Moldovan, famacista. “Penso che siamo stufi marci di come vanno le cose in politica. È successo troppe volte, prima con il governo laburista al potere ed ora con i liberali. La gente non ne può più.”

“Penso che ciò che ci occore ora sia una maggioranza stabile di governo, in particolare date le incertezze presenti in questo momento nel mondo” sottolinea Tom Curnow, manager di un ente del settore sanitario, “quindi credo che una situazione di stallo sarebbe un risultato molto negativo per il nostro Paese.”

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo