ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I Rolling Stones esposti a Londra

Gli arzilli vecchietti si sono ritrovati in quattro a Chelsea per una mostra dal titolo “Exhibitionism”. Quattro perché Bill Wyman è malato. Da

Lettura in corso:

I Rolling Stones esposti a Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli arzilli vecchietti si sono ritrovati in quattro a Chelsea per una mostra dal titolo “Exhibitionism”. Quattro perché Bill Wyman è malato.

Da questo mercoledì, fino a settembre, tutta la Saatchi Gallery sarà sede di una mostra a cui Jagger, Richards, Woods e Watts hanno collaborato direttamente.

Nove stanze e 1750 metri quadrati per due piani della galleria, interamente riempiti con i memorabilia di Jagger & Richards presi dagli archivi personali della band in oltre cinquant’anni di storia.

Soddisfattissimo e strafottente Jagger: “Se amate gli Stones amerete questa mostra. Se li odiate, non vi disturbate a venire”:

Fra i simboli il famoso logo Lips and Tongue disegnato da John Pasche e, pare, pagato appena una sessantina di euro.

Aggiunge Woods: “È una grande sorpresa, una sorpresa che continua perché questo complesso continua a lavorare negli anni e a generare sorprese”.

Fra le tante celebrità che hanno avuto a che fare con il complesso ci sono Ossie Clark, Alexander McQueen, Tom Stoppard, Martin Scorsese o Andy Warhol diverse serigrafie con il volto di Jagger, ma soprattutto la cover di Sticky Fingers, il jeans con cerniera, diventato oggetto di culto presso i collezionisti.

Non tutti però si sono rallegrati. Sembra infatti che il complesso sia stato diffidato dal tenere un concerto improvvisato in strada. Bloccati da una petizione dei ricchissimi abitanti dell’esclusivo quartiere di Londra che di chiasso proprio non ne volevano sapere.