ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stop ai voli tra Russia e Ucraina

Lettura in corso:

Stop ai voli tra Russia e Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

Scatta l’embargo aereo tra Russia e Ucraina. Dalla mezzanotte tra sabato e domenica, stop ai voli diretti. Il divieto, deciso inizialmente da Kiev, è stato poi decretato, in risposta, anche da Mosca.

La misura colpisce oltre 126 mila ucraini che lavorano in Russia.
Ma il ministro dei trasporti ucraino, Andrii Pivovarsky, minimizza: “Queste sanzioni non colpiranno gli ucraini che passavano da Mosca in transito. Questi viaggiatori potranno transitare da altre città del mondo. Gli ucraini che andavano in Russia per motivi familiari o di lavoro, possono viaggiare in treno o anche in aereo, ma passando prima da altri Paeso.”

Le tratte vietate riguardano circa un milione di passeggeri l’anno, che sarebbero per il 70 per cento ucraini, ma i due terzi dei voli sono gestiti da compagnie russe, tra cui l’Aeroflot.

Una passeggera russa all’aereoporto internazionale di Kiev spiega cosa comporta questo provvedimento per lei e per molti altri: “Parlo dal mio punto di vista di cittadina russa che ha parenti a Kiev. Io non sostengo né l’Ucraina, né la Russia in questo conflitto. Secondo me è una sorta di propaganda di guerra. Ma è pessima per me e per i miei familiari in Ucraina. È negativa anche per le compagnie russe Aeroflot e Rossya.”

L’embargo impedisce anche il sorvolo del territorio ucraino da parte degli aerei russi che trasportano attrezzature militari o truppe. Kiev accusa Mosca di sostenere militarmente i ribelli filo-russi dell’est dell’Ucraina.

Sergio Cantone, corrispondente di euronews a Kiev, sottolinea:
“Al di là dei problemi che queste misure possono causare ai singoli passeggeri, bisogna considerare che c‘è un conflitto tra la Russia e l’Ucraina. Tuttavia, Mosca e Kiev hanno cominciato una sorta di negoziato tecnico per cercare di riprendere almeno parzialmente i voli tra i due Paesi.”