ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intifada dei coltelli, 3 vittime israeliane, 2 palestinesi. Netanyahu: useremo ogni mezzo

La follia omicida ribattezzata “Intifada dei coltelli” ha portato l’ennesima giornata di sangue a Gerusalemme e in Cisgiordania. Un morto e due

Lettura in corso:

Intifada dei coltelli, 3 vittime israeliane, 2 palestinesi. Netanyahu: useremo ogni mezzo

Dimensioni di testo Aa Aa

La follia omicida ribattezzata “Intifada dei coltelli” ha portato l’ennesima giornata di sangue a Gerusalemme e in Cisgiordania. Un morto e due feriti nell’attacco a una fermata dell’autobus a Guela, nella periferia di Gerusalemme.

Un video registrato da una telecamera di sicurezza mostra il momento in cui l’attentatore palestinese ha travolto le persone in attesa dell’autobus. Poco dopo è uscito dal vaicolo (un furgoncino noleggiato) e con un grosso coltello ha infierito su due persone, una delle quali deceduta a seguito delle ferite riportate. Successivamente l’uomo è stato neutralizzato dall’intervento degli agenti e di altre persone armate. Le immagini sono state pubblicate sul sito del quotidiano israeliano ‘Jerusalem Post’:http://www.jpost.com/Arab-Israeli-Conflict/GRAPHIC-IMAGES-East-Jerusalem-Arab-rams-car-into-ultra-Orthodox-Jews-then-stabs-them-423831. Attenzione, si tratta di immagini di violenza che potrebbero urtare la vostra sensibilità.

Quasi simultaneamente gli spari e le coltellate su un autobus sempre nella zona Est della città santa. Due le vittime. Una decina complessivamente i feriti in 4 diversi episodi. Azioni di cui Hamas si è felicitata:

“Hamas rende omaggio agli atti eroici compiuti in Cisgiordania e Gerusalemme e conferma che l’aumento delle operazioni rende evidente che l’Intifada di Gerusalemme non può essere fermata. È un messaggio forte nei confronti dell’occupazione israeliana per i crimini alla Moschea Al-Aqsa” ha detto Sam Abu Zuri, uno dei portavoce della formazione radicale palestinese .

Mentre il Premier israeliano Benjamin Netanyahu ha assicurato che “nessun mezzo sarà escluso per riportare la calma”, il sangue versato ieri è anche quello palestinese: non soltanto uno degli attentatori ucciso dalle forze dell’ordine sull’autobus durante l’intervento per fermare la strage. Anche un giovane morto negli scontri con l’esercito dello Stato ebraico a Betlemme.