ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Business Line: la questione migranti in Ungheria e Regno Unito

Questa puntata di Business Line è dedicata al tema che ha dominato le prime pagine dei giornali nelle ultime settimane: l’immigrazione. Secondo

Lettura in corso:

Business Line: la questione migranti in Ungheria e Regno Unito

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa puntata di Business Line è dedicata al tema che ha dominato le prime pagine dei giornali nelle ultime settimane: l’immigrazione.

Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati nel 2015 il numero di persone che hanno raggiunto le coste europee attraverso il Mediterraneo supera già le 300 mila unità.

I due principali Paesi d’arrivo in Europa sono la Grecia e l’Italia. Ma nella maggior parte dei casi non è quella la destinazione finale, il che pone un problema per i Paesi di transito come l’Ungheria.

L’attuale crisi dei migranti potrebbe persino danneggiare un pilastro fondamentale dell’Unione Europea: la libera circolazione dei cittadini dei Paesi membri.

Dopo la notizia che gli arrivi hanno raggiunto le 330 mila unità nell’anno terminato a marzo, la ministra britannica dell’Interno Theresa May si è scagliata contro gli immigrati provenienti dai Paesi dell’Unione Europea.

Ma i dati dimostrano che la grande maggioranza dei migranti europei nel Regno Unito rappresentano un beneficio per le casse dello Stato britannico.

Infine, nel nostro segmento dedicato al digitale, ci concentreremo sull’evento Apple del 9 settembre.