ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cisgiodania. Situazione esplosiva. Ancora scontri tra palestinesi e coloni dopo la morte del bimbo di 18 mesi

Non si placa la rabbia in Cisgiordania. In centinaia hanno partecipato a Ramallah ai funerali del giovane palestinese di 18 anni morto durante gli

Lettura in corso:

Cisgiodania. Situazione esplosiva. Ancora scontri tra palestinesi e coloni dopo la morte del bimbo di 18 mesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Non si placa la rabbia in Cisgiordania. In centinaia hanno partecipato a Ramallah ai funerali del giovane palestinese di 18 anni morto durante gli scontri con l’esercito israeliano scoppiati durante le proteste per l’uccisione del bimbo di 18 mesi.

Il ragazzo era stato colpito dopo aver lanciato una bottiglia incendiaria. Una vittima anche a Gaza. La situazione è sempre più esplosiva. Nuovi incidenti tra coloni e palestinesi sono stati segnalati nei pressi di Nablus.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu dopo aver condannato l’attacco di Douma ha chiesto al presidente palestinese Mahmoud Abbas di combattere insieme il terrorimo. Un appello alla calma è giunto unamine da Nazioni Unite, Unione Europea, e Stati Uniti. Intanto un altro segnale arriva dal movimento pacifista non-governativo israeliano “Peace Now” che ha fatto sapere di voler organizzare una manifestazione a Tel Aviv.