ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Flottilla: deputata arabo-israeliana a euronews "nostra partecipazione è politica"

Israele non permette alcuna violazione del blocco navale di Gaza. “Neanche simbolica”. L’intercettamento in alto mare della Marianne della ‘Freedom

Lettura in corso:

Flottilla: deputata arabo-israeliana a euronews "nostra partecipazione è politica"

Dimensioni di testo Aa Aa

Israele non permette alcuna violazione del blocco navale di Gaza. “Neanche simbolica”. L’intercettamento in alto mare della Marianne della ‘Freedom Flottilla’ riapre il dibattito sull’isolamento della Striscia.

Point of view

A Gaza abbiamo un tasso di povertà del 40%, il tasso di disoccupazione è del 60% e solo il 15% delle merci entra a Gaza, rispetto a quanto entrava prima del blocco.

L’inviato di euronews, Luis Carballo, ha ascoltato le voci della città vecchia di Gerusalemme: “Abbiamo parlato con israeliani e palestinesi di Gerusalemme – spiega Carballo – I palestinesi denunciano la mancanza di umanità del governo Netanyahu. Molti israeliani ritengono, invece, che permettere l’ingresso degli aiuti a Gaza equivarrebbe ad aiutare direttamente Hamas”.

“Il governo israeliano dà il permesso a chi invia aiuti umanitari a Gaza, me vuole controllare. Come facciamo a sapere che non ci sono armi? – si chiede un giovane israeliano – Anche la flottilla precedente avrebbe dovuto portare aiuti umanitari, invece hanno trovato armi e altro materiale da combattimento. Dobbiamo stare attenti e vedere cosa c‘è lì dentro”.

Per Hamas l’intercettamento da parte della marina israeliana della ‘Freedom Flottilla’ è un atto di pirateria.

“Israele ha firmato molti accordi negli ultimi 40 anni, prima ancora del governo Netanyahu, prima ancora di Olmert e Rabin – dice un anziano residente palestinese – A loro non importa nulla, questo è tutto”.

Hannen Zoabi è una deputata arabo israeliana alla Knesset, rappresenta la coalizione che raccoglie i 4 partiti arabo-israeliani. Del suo gruppo fa parte anche Basel Ghattas che è a bordo della flottiglia. Nel 2014 Hannen Zoabi è stata sospesa dalla Knesset per 6 mesi e nel 2010 ha personalmente preso parte alla spedizione della flottilla. Era sulla Mavi Marmara la notte che 9 attivisti turchi furono uccisi in un assalto da un commando israeliano.

Luis Carballo, euronews: “La presenza di Basel Ghattas nell’equipaggio della flottilla ha creato una grande discussione nella Knesset, il parlamento israeliano, con aspre critiche arrivate dal primo ministro, soprattutto verso di voi. Comprendete queste polemiche? E soprattutto difendete il diritto di Basel Ghattas di essere a bordo della flottilla?”

Haneen Zoabi, deputata della Knesset: “La nostra partecipazione alla Freedom Flotilla o qualsiasi altra partecipazione politica per rompere l’assedio di Gaza è un gesto umanitario, morale e politico al più alto livello. Il problema non è Basel Ghattas o qualsiasi palestinese che lotta contro il blocco, il problema è che la politica di Israele non permette alcuna rivolta palestinese o internazionale per forzare il blocco”.

Euronews: “Il blocco israeliano a Gaza dura da 8 anni. È il momento di porvi fine?”

Haneen Zoabi: “Certamente. Stiamo parlando di violazioni dei diritti umani, stiamo parlando di crimini di guerra e di crimini contro l’umanità. A Gaza abbiamo un tasso di povertà del 40%, il tasso di disoccupazione è del 60% e solo il 15% delle merci entra a Gaza, rispetto a quanto entrava prima del blocco. Gli israeliani tengono intrappolati a Gaza quasi 2 milioni di palestinesi che hanno perso la loro libertà e sono privati ​​dei loro bisogni basilari”.