ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare Iran: Usa pronti a uscire da negoziato se punto morto

Nucleare iraniano: un negoziato infinito, una lungaggine a vantaggio di Teheran, un rompicapo per la Casa Bianca? Il prolungarsi delle trattative a

Lettura in corso:

Nucleare Iran: Usa pronti a uscire da negoziato se punto morto

Dimensioni di testo Aa Aa

Nucleare iraniano: un negoziato infinito, una lungaggine a vantaggio di Teheran, un rompicapo per la Casa Bianca?

Il prolungarsi delle trattative a Losanna al di là della scadenza prevista per raggiungere un accordo quadro sul programma nucleare della Repubblica Islamica espone sempre più Barack Obama alle critiche dei detrattori di un’intesa con il nemico storico degli Usa.

“Se avessimo la sensazione che i negoziati sono a un punto morto sì, gli Stati Uniti e la comunità internazionale sarebbero pronti ad abbandonare la trattativa. Su questo siamo stati molti chiari, quali tipi di impegni ci attendiamo, impegni messi sul tavolo da oltre un anno” ha detto Josh Earnest, portavoce della Casa Bianca.

Una partita che per il Presidente Obama si gioca su più livelli: l’Iran ora anche interlocutore nella lotta contro lo Stato Islamico; Israele alleato storico ma contrario al negoziato; l’opposizione repubblicana.

“L’amministrazione Obama avrebbe potuto negoziare molto meglio” dice Mike Doran dell’Hudson Institute. “Soprattutto al principio avevano un sacco di carte da giocare e hanno cominciato a cedere nei confronti degli iraniani sin da subito, scambiando concessioni temporanee e reversibili per gli iraniani con concessioni molto significative e irreversibili per gli americani”.

Il corrispondente di euronews a Washington Stefan Grobe: “Il termine ultimo per l’accordo completo con l’Iran è la fine di giugno. Questo dà all’amministrazione Obama un margine di alcuni mesi per fare le proprie mosse davanti al Congresso. Ma i Repubblicani e molti Democratici restano scettici sul fatto che ci si possa fidare dell’Iran”.