ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: fermati due uomini. Sarebbero i killer di Boris Nemtsov

I killer di Boris Nemtsov sembrano avere un nome. Il capo dei servizi di sicurezza federali russi ha reso noto che due uomini, provenienti dal

Lettura in corso:

Russia: fermati due uomini. Sarebbero i killer di Boris Nemtsov

Dimensioni di testo Aa Aa

I killer di Boris Nemtsov sembrano avere un nome. Il capo dei servizi di sicurezza federali russi ha reso noto che due uomini, provenienti dal Caucaso, sono stati arrestati perché sospettati di essere coinvolti nell’omicidio dell’oppositore di Putin, avvenuto lo scorso 27 febbraio a due passi dal Cremlino.

“Vorrei informarvi – ha detto Alexander Bortnikov – che, in seguito al lavoro di gruppo degli investigatori, due persone sospettate di essere coinvolte nell’omicidio sono state arrestate. I due si chiamano:Gubashev Anzor e Dadaev Zaur.”

I due sarebbero stati identificati grazie alle telecamere di sicurezza presenti nella zona ma anche alle immagini registrate da webcam installate su auto private, molto comuni nella capitale russa. Nelle prossime ore ci dovrebbe essere la convalida dell’arresto.

Già nei giorni scorsi sarebbe stata ritrovata l’auto con cui gli assassini erano fuggiti. Intanto Anna Duritskaya, la giovane modella ucraina che quella sera era con Nemtsov, potrebbe essere convocata a Mosca come testimone chiave dell’omicidio.

Se i due fermati fossero davvero i killer, resterebbero comunque da chiarire i mandanti dell’assassinio. Per Putin sarebbero i suoi stessi oppositori, mentre altri sospettano che dietro l’agguato mortale ci sia proprio il Cremlino.