ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cauto ottimismo in apertura dell'Eurogruppo cruciale per la Grecia

La Commissione europea, FMI e il presidente dell'Eurogruppo hanno cercato di appianare le divergenze tra Grecia e Germania prima della riunione con gli altri ministri delle finanze.

Lettura in corso:

Cauto ottimismo in apertura dell'Eurogruppo cruciale per la Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ una riunione decisiva per la Grecia, quella che si è aperta a Bruxelles tra i ministri delle finanze della zona euro. Atene ha chiesto ai partner europei una proroga del programma di aiuti per altri sei mesi.

“Non ho dubbi che ci sarà una vera discussione di gruppo e speriamo che alla fine usciremo con una fumata bianca”- ha dichiarato il ministro delle finanze greco Varoufakis.

Il principale ostacolo resta la Germania, contraria alla proroga del prestito perché dice di non aver ricevuto garanzie sufficienti da parte della Grecia.
“Qui non si parla di un unico paese, ma dell’Europa, di avere una fiducia reciproca, di rafforzare la fiducia nella gente in tutti i paesi europei e nei progressi dell’unificazione europea” – ha sottolineato Wolfang Schauble.

Per il ministro delle finanze francese Sapin, l’uscita della Grecia dalla zona euro, non è sul tavolo dei negoziati: “No, l’unica opzione è di lavorare affiché la Grecia resti nella zona euro, affinche la Grecia si trovi bene nella zona euro e affinché gli altri partner europei si trovino bene con la Grecia” – ha detto.

Prima della riunione il commissario Moscovici, Christine La Garde del Fondo Monetario Internazionale e il presidente dell’Eurogruppo hanno tentato una mediazione nell’incontro bilaterale tra il ministro greco e quello tedesco. Jeroen Dijesselbloem mantiene un cauto ottimismo:

“Ci vorrà un po’ di tempo, ma ci sono ancora ragioni per essere ottimisti, è molto difficile, come capirete. Quindi se mi permettete cerchero’ di far riprendere lo show e spero di potervi dire il risultato tra un paio di ore”

Spiega la nostra inviata Efy Koutsokosta: “La riunione continuerà a lungo, ma secondo alcuni funzionari europei ci sono poche possibilità di un accordo questa sera. Non è escluso che possa essere convocato un vertice della zona euro, per un accordo politico a livello dei capi di stato e di governo”.