ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, Tsipras: "inizia una nuova era". In migliaia ad Atene per comizio di Syriza

La paura è finita, la Grecia e l’Europa cambiano. Alexis Tsipras, nella gremitissima piazza centrale di Atene, ha tenuto il suo ultimo comizio prima

Lettura in corso:

Grecia, Tsipras: "inizia una nuova era". In migliaia ad Atene per comizio di Syriza

Dimensioni di testo Aa Aa

La paura è finita, la Grecia e l’Europa cambiano. Alexis Tsipras, nella gremitissima piazza centrale di Atene, ha tenuto il suo ultimo comizio prima del voto di domenica. Il leader di Syriza, il partito di sinistra radicale, lanciato verso la vittoria, ha ribadito la sua promessa di metter fine all’austerità. Sul palco anche Pablo Iglesias, leader di Podemos, il partito spagnolo simile a Syriza. “Il vento del cambiamento democratico sta soffiando in Europa”, ha dichiarato Podemos. Parole che sono risuonate come uno inno alla vittoria e un messaggio di speranza. “Hasta la victoria, Syriza, vinceremo!”

Tsipras ha ricordato che per la Grecia serve una poderosa manovra di politica fiscale ed industriale per riavviare l’economia, senza dimenticarsi dei risparmiatori e dei cittadini. “Il nostro governo, ha detto garantirà i depositi bancari dei greci. Lunedì metteremo fine all’umiliazione nazionale. Con aiuti esterni e il governo del paese.”

Tsipras ha quindi promesso di mettere fine alle ingiustizie, alla povertà, e alla corruzione. Il 25 gennaio tornerà la democrazia in Grecia. Almeno questo è quanto sperano milioni di greci.

“La vittoria di Syriza significherà riacquistare la nostra dignità. Siamo stanchi di essere considerati facinorosi dall’Europa. Vogliamo tornare ad essere un Paese decente, fa notare un elettore di Syriza. “Syriza porterà avanti un percorso per fermare la crisi nel Paese-dice un altro elettore di Tsipras-per ridurre il tasso di disoccupazione e rilanciare la crescita economica”.

Nel suo discorso, fa notare Nikoletta Kritikou, la nostra corrispondete ad Atene, Alexis Tsipras ha voluto inviare un messaggio chiaro al popolo: il suo partito è vicino alla vittoria. Agli indecisi invece ha ricordato l’importanza di ottenere la maggioranza assoluta, un modo per formare un governo forte che possa davvero cambiare la Grecia e riportarla fuori dal baratro.