ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il cinema di Tallinn

Lettura in corso:

Il cinema di Tallinn

Dimensioni di testo Aa Aa

“In the Crosswind” (Nel vento di traverso) di Martti Helde, si presenta come uno dei maggiori film estoni di quest’anno. Poesia e bellezza si fondono nel virtuosismo delle immagini 3D dedicate alle deportazioni di massa degli estoni in Siberia nel 1941.

Il giovane regista ha scelto il bianco e nero per questa evocazione fatta con una successione di
‘tableaux vivants’. Una gestazione durata 3 anni e mezzo. La storia è quella di una giovane madre che viene separata da suo marito.

Martti Helde ha solo 27 anni e questo capolavoro è il suo debutto…lo abbiamo incontrato.

Martti Helde, regista:
“L’idea realmente risale a una precisa lettera, la prima del genere che ho letto. C’era questa frase: mi sembra che il tempo si sia fermato qui in Siberia, il mio corpo è in Siberia ma la mia anima è ancora in patria. Mi ha colpito l’idea di fare un film su una dimensione in cui il tempo si è fermato per ricostruire e ricreare cio’ che quelle persone hanno provato in Siberia. L’obiettivo sta nel fatto di voler far provare agli spettatori quello che questa gente ha provato. Volevo privare il pubblico della sua libertà, non potevano scegliere dove guardare. La ricostruzione di questo sentire era la mia idea cardinale”.

L’opera che concorre per il Tridens Estonian Film Award è già stata proiettata nei festival di Toronto, Varsavia, Salonicco, Mannheim e non solo. In Francia giungerà nel 2015.

Altra pellicola estone è “Cherry Tobacco” di Katrin Maimik che ha progettato l’opera con il marito. Si tratta della storia di una ragazza della provincia estone che diventa maggiorenne.

Nel pieno dell’estate lettone una giovane si avventura insieme ad un compagno piu’ anziano di lei in una lunga escursione. La ragazza è incerta su questa scelta che sembra sospesa fra il desiderio di avere un amante e la ricerca di un padre.

Si tratta di un racconto che nasce da esperienze personali? Risponde la regista.

Katrin Maimik, regista:
“Si tratta di una fiction eppure alcuni dettagli e momenti sono tratti dalla vita reale. Se fai un film sull’innamoramento è necessaria una certa esperienza. Si, ci sono alcune cose della mia vita”.

La pellicola è stata girata nell’Estonia meridionale in posti che sono un paradiso per i naturalisti. “Cherry Tobacco” è in distribuzione adesso in Estonia.