ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner Mondiali: pareggia il Brasile. Spagna, vietato sbagliare ancora

Lettura in corso:

The Corner Mondiali: pareggia il Brasile. Spagna, vietato sbagliare ancora

Dimensioni di testo Aa Aa

Benvenuti a The Corner speciale Coppa del Mondo 2014. Dopo 12 anni di assenza, il Belgio torna a brillare ai Mondiali. La squadra di Wilmots firma il suo ritorno alle competizioni, battendo l’Algeria.

Belgio, buona la prima. il Brasile non va oltre lo 0-0 con il Messico

Il Belgio vince in rimonta contro i nordafricani. Dopo il momentaneo vantaggio delle volpi del deserto, grazie a un rigore realizzato da Feghouli, i diavoli rossi pareggiano prima con Fellaini e portano a casa il successo poi con Mertens. Finisce 2-1.

Dal Mineirão di Belo Horizonte allo Stadio Re Baldovino di Bruxelles. La festa dei diavoli rossi si è trasferita nelle strade della capitale. In tanti hanno lodato il ct belga.
“E’ stato fantastico. Che secondo tempo! Wilmots è un genio, trova sempre la soluzione”, dichiara un tifoso.
“Marc Wilmots è stato davvero impressionante”, spiega un altro. “I due cambi che ha effettuato sono stati azzeccati. La squadra non ha brillato, ma Wilmots ha fatto la differenza”.
Il Belgio tornerà in campo domenica, al Maracanã di Rio de Janeiro contro la Russia.

La squadra guidata da Fabio Capello non va oltre il pareggio, al debutto con la Corea del Sud. La partita si sblocca solo al 68esimo, con la rete firmata da Keun-Ho Lee. Sei minuti dopo i russi reagiscono. E’ l’attaccante dello Zenit Alexandr Kerzhakov a tenere a galla i suoi. Le due squadre si installano quindi al secondo posto, nel gruppo H, alle spalle del Belgio capolista.

Finisce con un pareggio a reti inviolate Brasile-Messico, secondo incontro valido per il Gruppo A. I padroni di casa non riescono a oltrepassare la difesa dei centroamericani, ben organizzati e in gran forma, soprattutto nella seconda metà di gara. Le due squadre si trovano quindi in vetta a parimerito nel girone, in attesa di Camerun-Croazia, in scena questa sera.

L’Olanda in cerca del secondo successo, la Spagna della luce

Dopo l’umiliazione subita contro l’Olanda, i Campioni del Mondo della Spagna devono reagire, per difendere il titolo. Alle Furie Rosse tocca il Cile, una sfida impegnativa, mentre la nazionale di Van Gaal dovrebbe avere vita facile con l’Australia.

Torna in campo a Porto Alegre l’Olanda, la squadra che forse piu’ di tutte ha convinto in questi primi giorni di competizione. Gli oranges cercano una seconda vittoria contro gli australiani, che sulla carta dovrebbe arrivare senza problemi.
Di fronte infatti si troveranno i Socceroos, usciti sconfitti nella gara inaugurale contro il Cile. Ma Van Persie e compagni non devono troppo rilassarsi, perchè i ragazzi di Postecoglou non avranno nulla da perdere.

La Spagna invece è chiamata rifarsi, dopo una prima deludente. Il palco sarà il suggestivo Maracanà, che potrebbe ispirare i Campioni. Del Bosque sa che i suoi non si possono permettere un’altra sconfitta, che metterebbe seriamente a rischio la qualificazione agli ottavi. E Diego Costa sa che dovrà fare molto di piu’ questa volta, per convincere il popolo spagnolo.
Il Cile, dal canto suo, è fiducioso. Dopo i tre punti conquistati nel match inaugurale con l’Australia, i sudamericani sono carichi e lo juventino Vidal ha addirittura parlato di un possibile titolo iridato. Forse un po’ troppo, ma di certo una vittoria contro gli iberici vorrebbe dire ottavi a portata di mano.

Pronostici

Vediamo ora le previsioni della redazione sportiva di euronews per gli incontri di mercoledi’. Noi potremmo sbagliarci e voi potete inviarci i vostri pronostici, sui social networks, usando l’hashtag #TheCornerScores.

Altra vittoria netta dell’Olanda che, secondo noi, stenderà l’Australia, eliminandola dalla competizione. La Spagna di Del Bosque invece tornerà a sorridere, prendendo un gol dal Cile, ma segnandone due. Stesso risultato, infine per Camerun-Croazia, a favore di quest’ultima.

Le alternative dei tifosi, in cerca di un posto per dormire

Con gli hotel al completo, molti tifosi scelgono l’alternativa piu’ semplice: prenotare una camera nei cosiddetti ‘love motel’ o dormire sotto le stelle in spiaggia, con la stessa vista degli hotel di Copacabana, ma a costo zero.

I prezzi proibitivi degli alberghi o la mancanza di camere libere non hanno di certo scoraggiato i tifosi, provenienti da tutto il mondo.
Bisogna pur dormire pero’ e allora molti di loro si arrangiano come possono. Lenzuola alla mano, i fan si trovano un angolino, dove capita. Molti optano per la spiaggia, con il suono delle onde a cullarli.

“E’ un’avventura e siamo venuti tutti qui per vivere un’avventura. Non abbiamo un posto dove stare, ma possiamo dormire in spiaggia e trovare nuovi amici”, spiega una tifosa messicana.

L’alternativa sono le stazioni degli autobus o il baule della propria auto, come per alcuni tifosi argentini.
C‘è un’altra soluzione pero’, da considerare. Per i piu’ temerari. A Manaus, ad esempio, decine di tifosi hanno dovuto prenotare nei cosiddetti ‘love motel’, situati nel quartiere a luci rosse della città.
Le tariffe di questi motel vanno dai 5 euro all’ora, fino agli 80 circa per un’intera notte. Rispetto ai 500 chiesti dagli hotel, per cosi’ dire, normali, è un vero affare.

Per oggi The Corner finisce qui. Restate con noi durante i 20esimi Mondiali di calcio.