ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: la regione dell'Auvergne paradiso per gli imprenditori

Lettura in corso:

Francia: la regione dell'Auvergne paradiso per gli imprenditori

Dimensioni di testo Aa Aa

Incentivare l’imprenditoria per far fronte all’invecchiamento della popolazione. È esattamente quel che è stato fatto in Auvergne. E i risultati sono molto incoraggianti: sono stati creati centinaia di posti di lavoro e i giovani imprenditori sono tornati in questa regione francese.

David e Eric hanno rispettivamente 24 e 25 anni. Entrambi fabbri, realizzano mobili in acciaio e zinco impreziositi da inserti in smalto, cuoio o carbonio. Giro d’affari: centomila euro negli ultimi dodici mesi. Obiettivo: raddoppiare il fatturato il prossimo anno e creare un’agenzia di lavoro.

Il loro credo, competenza e qualità, ha permesso loro di vendere alle maggiori gallerie d’arte ma David e Eric sono pienamente coscienti che occorre anche sapersi adattare alla realtà del mercato.

Eric Seguinotte: “Le nostre famiglie, i nostri amici e altre persone ci hanno detto ‘le cose che producete sono molto belle ma io, purtroppo, non ho un simile budget a disposizione’ “.

David Romero: “Noi ci adattiamo ai budget. Sia che siano molto alti o che siano molto bassi. Creiamo un prodotto in funzione della disponibilità economica e della richiesta del cliente”.

Da quando, due anni fa, crearono la loro azienda, David e Eric hanno vinto prima un concorso regionale poi, in questi ultimi sei mesi hanno potuto
beneficiare del sistema di residenza per gli imprenditori messo a punto qui. L’obiettivo di questo sistema, che nel 2010 ha ricevuto dalla Commissione europea il Premio europeo per la promozione d’impresa, è aiutare le aziende a installarsi in Auvergne.

David: “Grazie alla residenza ci hanno pagato per quattro mesi l’affitto dei nostri spazi, e hanno dato a ciascuno di noi una retribuzione pari a mille euro”.

Eric: “Quei soldi ci hanno permesso un po’ di agio, per poter trovare clienti, farci conoscere, partecipare a esposizioni”.

Grazie alla residenza per gli imprenditori, negli ultimi anni sono state create 500 nuove imprese e l’età media dei titolari d’azienda è passata da 43 e 39 anni. Henri Talamy è il ‘signor Imprenditorialità’ della regione: “Il risultato è che mettendo sul piatto più di tre milioni di euro per cinque anni, abbiamo avuto come ritorno 47 milioni di euro creati dal giro d’affari delle aziende avviate in Auvergne. E più di mille posti di lavoro. Cifre enormi per una regione come la nostra”.

Eric: “La chiave del successo è non rimanere nel proprio angolo ma sviluppare una propria rete”.

David: “Essere audaci e creativi è essenziale per sviluppare la propria rete”.

Eric: “Mai scoraggiarsi…”

David: “La vita da imprenditore non è un lungo fiume tranquillo”.