ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I paesaggi incontaminati dell'Altaj

Lettura in corso:

I paesaggi incontaminati dell'Altaj

Dimensioni di testo Aa Aa

Denis Loktev, euronews:
“Nel sud della Siberia, dove la Russia incontra il Kazakhistan, la Mongolia e la Cina, si estendono terre incontaminate, in cui la gente cerca di vivere in armonia con la natura. Questa puntata di “Russian Life” vi porta in Altaj.

Il paesaggio è mozzafiato. Le steppe sconfinate sono delimitate da tundra e taiga e il deserto circonda montagne innevate. In Altaj arrivano gli amanti della natura, come gli appassionati di parapendio che si riuniscono qui per le gare nazionali.

“Quando dico alla gente che sono dispiaciuto per la mancanza di strade praticabili nella zona” racconta Vladimir Milov, istruttore di parapendio – “molti rispondono: “Va bene, meglio tenere quella direzione, siamo stufi di guidare su strade asfaltate, non c‘è niente di male a fare una breve passeggiata”.

Alcuni vengono qui per fare trekking o escursionismo, altri per pescare o fare rafting sui fiumi alimentati dai ghiacciai, per arrampicarsi o andare a cavallo.

La natura incontaminata dei monti Altaj era considerata sacra dai popoli nomadi, che abitavano questa zona nell’antichità. Le tribù locali, seguaci dello sciamanesimo, veneravano gli spiriti che vedevano sulle montagne, lungo i fiumi, sugli alberi, dappertutto nella natura.

“Gli abitanti dell’Altaj hanno sempre sostenuto che in ogni albero ci sono uno spirito e un’anima e per loro questo era essenziale” dice Ludmilla Menyailova, guida del centro culturale di Novotryryshkino.

Gli abitanti del luogo mantengono ancora un po’ di quest’antica venerazione. Nonostante diverse zone siano ora state trasformate in grandi luoghi di vacanza, la maggior parte della regione rimane incontaminata.
Il cavallo è ancora il mezzo di trasporto più usato su strade impraticabili per la maggior parte dei veicoli.

La parola Altaj in lingua mongola significa “d’oro”. A metà di maggio inizia la primavera sui Monti d’Oro. Crescono erbe selvatiche e sbocciano fiori. La gente raccoglie molte piante e bacche e le usa come rimedio naturale.

Le caratteristiche geografiche dell’Altaj

  • La regione dell’Altaj si estende su una superficie di 845.000 km quadrati
  • Si trova ai confini di Russia, Kazakhistan, Mongolia e Cina
  • Le città più vicine sono Barnaul, Gorno-Altaysk e Novosibirsk
  • Il tempo di volo da Mosca è di tre ore e mezza
  • Una vasta zona della regione è inclusa nel sito Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco “Montagne d’Oro dell’ Altaj”

Le numerose grotte sui Monti Altaj sono una testimonianza della lunga storia archeologica della zona. I complicati labirinti di stanze tra loro collegati e i cunicoli a misura d’uomo sembrano artificiali. Infatti sono una testimonianza del passaggio dei più antichi antenati dell’uomo, la cui esistenza è stata scoperta in queste abitazioni. Ma tutte queste grotte si sono formate in modo naturale per lo scorrere di fiumi, che hanno scavato nelle formazioni calcaree nelle ere geologiche, quando questa zona era un fondo oceanico.

Oggi la varietà di piante selvatiche e il clima mite nelle regioni montuose dell’Altaj rendono queste zone un Eldorado per gli apicoltori. Qui il miele è considerato il più buono di tutto il paese.

“Non ci sono fabbriche, nessuna industria inquinante nel raggio di 200 km” spiega Slava Medovukha, apicoltore. “La gente viene sempre ad assaggiare il nostro miele e chiede di tenergliene un po’ da parte per la prossima volta che verrà. Non ne produciamo molto, naturalmente, ma ce n‘è abbastanza per tutti. Prego, venite!”

Quando arriva la primavera nelle valle dell’Altaj, le cime delle montagne sono ancora coperte di neve. Il monte Tserkovka domina Belokurikha, la città turistica principale, famosa per le sue sorgenti curative. La cima della montagna, sormontata da una pietra monolitica di origine vulcanica, è stata un luogo sacro di adorazione dei poteri naturali dell’Altaj.

“Questo posto fa rinascere e cantare l’anima” dice Tamara Batuyeva, direttrice del museo di storia di Belokhurikha. “Tutti i problemi e tutte le sofferenze vengono curati da questi monti. Ecco cosa li rende diversi da tutte le altre montagne del mondo”.

Denis Loktev, euronews:
“Questo era l’Altaj. Nella prossima puntata andremo nel Tatarstan, nella regione del Volga per conoscere due tradizioni storiche e due culture. Appuntamento a settimana prossima con Russian Life!”

http://it.euronews.com/life/