ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Credit Agricole: la persecuzione greca

Lettura in corso:

Credit Agricole: la persecuzione greca

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi greca torna a perseguitare Credit Agricole. Il titolo è sceso alla Borsa di Parigi del 2,36% facendo registrare il ribasso piu’ consistente sulla piazza parigina.

Quello che inquieta gli investitori non è il rischio di un default della Grecia. Credite Agricole ha infatti ridotto sensibilmente la sua esposizione nei confronti del debito greco e ha svalutato di oltre il 70% il valore di quello che resta del debito ellenico nel suo bilancio 2011.

Cio’ che inquieta i mercati è banca Emporiki, filiale greca di Credit Agricole, che è in gravi difficoltà. Lo scorso anno Credit Agricole ha registrato la prima perdita netta della sua storia proprio a causa dei suoi problemi greci. Emporiki ha pesato sui conti per piu’ di un miliardo di euro.

Gli sforzi per sanare la situazione della filiale si sono rivelati vani a fronte della situazione di profonda crisi in cui versa la Grecia. Tanto che Credit Agricole ha tentato di sbarazzarsi di Emporiki, senza, tuttavia, trovare acquirenti.

Presente in Portogallo, Spagna e Italia, Credit Agricole è una delle banche francesi piu’ esposte al contagio della crisi, soprattutto in riferimento alla condizione debitoria dei paesi dell’Europa del Sud.

Questo spiega perchè il titolo abbia perso piu’ della meta’ del suo valore di Borsa lo scorso anno e quasi il 20% quest’anno.