Skip to main content

I. Carta editoriale allegata al contratto con l’Unione Europea

1. DISPOSIZIONI GENERALI

Nell’ambito dei “Servizi UE” che il contraente s’impegna ad eseguire in base al presente Contratto, egli è tenuto a non assoggettarsi ad alcuna istruzione, pressione o richiesta proveniente da qualsiasi Istituzione o Stato membro dell’UE, o da qualsiasi altra Istituzione o Stato, a qualsivoglia proposito.

Definizioni:

“Istituzioni UE”
Indica tutte le Istituzioni dell’Unione europea istituite in base ai Trattati.
“Servizi UE”
Indica tutti i servizi e i programmi forniti nel quadro del presente Contratto che trattano questioni di rilevanza dell’Unione europea.

2. CONTENUTO DEI PROGRAMMI

2.1. Con riserva delle disposizioni contenute nell’articolo 4, il contraente s’impegna a fornire, in qualsiasi momento, Servizi UE corrispondenti ai massimi standard (in particolare per quanto concerne il contenuto, la qualità e l’integrità editoriale). Inoltre, il contraente s’impegna a proporre un’ampia scelta di temi trattati (in termini non solo di programmi in generale, ma anche dei giorni della settimana e delle ore di trasmissione dei programmi stessi), allo scopo di soddisfare le esigenze e gli interessi del pubblico, in conformità con le disposizioni di cui all’articolo 2.2.

2.2. Le disposizioni dell’articolo sanciscono che i Servizi UE devono :

  1. puntare a selezionare, verificare e diffondere l’informazione relativa all’UE ;
  2. sostenere e riflettere la diversità culturale dell’UE ;
  3. offrire una copertura globale, ambiziosa e imparziale dei temi d’attualità all’interno della UE e nel mondo - quando presentano una dimensione europea - e rendere conto dei dibattiti a livello regionale, nazionale e comunitario ;
  4. proporre programmi di confronto e di approfondimento ;
  5. includere programmi dedicati all’impatto - sulla vita dei cittadini dell’Unione europea – delle azioni, delle decisioni e delle politiche UE e rendere conto delle preoccupazioni del pubblico tanto regionale quanto nazionale.

2.3. Il contraente s’impegna a presentare un resoconto imparziale, che sarà elaborato o commentato da giornalisti professionisti, dell’attualità del Parlamento europeo, del Consiglio dei ministri della UE, dei Consigli europei, della Commissione europea e di qualsiasi altra istituzione o organo europeo.

3. OBIETTIVI DEI SERVIZI UE

Il contraente s’impegna a:

3.1. Pubblicare sul suo sito Internet una dichiarazione annuale degli impegni assunti nei confronti dei telespettatori – con la descrizione dei servizi UE, delle norme e degli obiettivi - rendendola accessibile a chiunque desideri consultarla ;

3.2. Formulare un commento con le opportune precisazioni sull’esecuzione del Contratto da annettere alla relazione annuale presentata in conformità alle disposizioni stipulate nel Contratto e pubblicare nel sito Internet una sintesi che illustri come :

  1. Il contraente si è attenuto agli obiettivi e alle norme fissate in relazione ai principali servizi e tipi di programma forniti nel quadro dei Servizi UE ;
  2. le norme editoriali sono applicate ai Servizi UE e le decisioni assunte permettono di garantire il rispetto delle suddette norme, verificando in quale misura il contraente si è attenuto alle norme stesse ;
  3. nel corso dell’anno sono condotte attività di ricerca e di studio volte a verificare i bisogni e gli interessi del pubblico dei Servizi UE e assicurare che le principali indicazioni emerse siano catalogate;
  4. le critiche del pubblico (e gli aspetti su cui vertono) sono elaborate e in quale misura.

4. NORME RELATIVE AL PROGRAMMA

4.1. Il contraente s’impegna ad assicurare che la diffusione o la trasmissione dei programmi, da parte, per conto o ai sensi di una licenza rilasciata dal contraente, e in rapporto ai servizi UE:

  1. si configuri come un servizio perfettamente equilibrato e tratti di un’ampia scelta di argomenti ;
  2. avvenga alle ore indicate nel Contratto, o, in assenza di precisazioni, alle ore appropriate ;
  3. affronti qualsiasi tema controverso con tutta la precisione e l’obiettività necessarie, nel quadro dei nuovi servizi del contraente e di qualsiasi altro programma più generale che tratti di temi d’interesse pubblico, politici o sociali suscettibili di sollevare una controversia;
  4. non includa alcun elemento che possa offendere il buon gusto o la decenza, o tale da incoraggiare atti di violenza o istigare al disordine o recare offesa ai telespettatori o agli ascoltatori ;
  5. non implichi una qualsiasi forma di sfruttamento indecente della sensibilità dei telespettatori o degli ascoltatori o un qualsiasi sfruttamento abusivo delle convinzioni o opinioni religiose degli individui appartenenti a una particolare religione o confessione religiosa;
  6. non comporti l’uso di alcun sistema tecnico che tramite la trasmissione di immagini di brevissima durata o in qualsiasi altro modo sfrutti la possibilità di trasmettere un messaggio o d’influenzare in un qualsiasi altro modo lo spirito dei telespettatori dei Servizi UE, senza che essi siano consapevoli - o pienamente consapevoli - delle immagini captate.

4.2. Il contraente s’impegna a:

  1. elaborare e rivedere almeno una volta all’anno un codice che stipuli le regole da osservare in tema di applicazione del precedente articolo 4.1 nell’ambito dei Servizi UE;
  2. assicurare il rispetto delle disposizioni del codice nel quadro dell’esecuzione dei servizi e dei programmi (il contraente si riserva il diritto di adottare diverse disposizioni del codice in funzione dei casi e della circostanze).

4.3. Le regole specificate nel codice (articolo 4.2) devono in particolare assicurare il rispetto da parte del contraente della sua totale imparzialità, in conformità all’articolo 4.1. Questa condizione assume un interesse fondamentale non solo in relazione al citato articolo ma anche all’insieme delle disposizioni;

4.4. Inoltre queste regole, nei limiti ritenuti opportuni dal contraente, dovranno menzionare :

  1. il grado di obiettività che è opportuno rispettare, in termini generali e in presenza di particolari circostanze ;
  2. il modo in cui questo grado di obiettività deve essere rispettato nel quadro di particolari programmi.

Queste regole devono altresì sancire il fatto che l’obiettività - anche se di rigore - non implica l’applicazione del principio di assoluta neutralità su ogni questione né la necessità di venire meno ai principi democratici fondamentali.

5. RICERCHE

Il contraente s’impegna ad assumere tutti i provvedimenti necessari al fine di realizzare un programma di ricerca e di sviluppo volto a valutare i bisogni e gli interessi del pubblico dei Servizi UE, con il personale proprio o in collaborazione con università, aziende o qualsiasi altra entità secondo il caso.

6. ETICA

6.1. Il contraente s’impegna a non concedere - e a non permettere a terzi di concedere - a membri delle istituzioni UE – doni o qualsiasi altro compenso a titolo di incoraggiamento di qualsivoglia natura, o una ricompensa per l’esecuzione o la mancata esecuzione di un’azione passata o futura o di qualsiasi altro contratto, o manifestare o astenersi dal manifestare simpatia o antipatia nei confronti di qualunque persona in base ad un’azione o di un qualsiasi altro contratto o convenzione.

6.2. In caso di violazione della presente disposizione da parte del contraente, di uno dei suoi dipendenti o di qualsiasi altro individuo che agisca per suo conto (con o senza il consenso del contraente) o in caso di infrazione da parte del contraente, di uno dei suoi dipendenti o di qualsiasi altro individuo che agisca per suo conto nel quadro del presente Contratto, la Commissione si riserva il diritto di esigere dal contraente, al termine di una procedura in contraddittorio, l’importo o il valore del suddetto dono o compenso.

II. Dichiarazione annuale di responsabilità nei confronti dei Telespettatori

Illustrare l’Europa così com’è, nella sua diversità, nella sua complessità, nella sua ricchezza: è quello che euronews vuole offrire ogni giorno ai suoi telespettatori.

Ambizione e imparzialità sono, in questo caso, le parole chiave per fornire l’attualità nell’ambito dell’Unione Europea.

Il quadro nazionale è oramai troppo stretto per l’informazione e il dibattito. euronews coglie sul terreno l’urgenza di un vero spazio pubblico europeo.

Servizi, interviste, dibattiti: sulla nostra emittente tutti i “format” sono disponibili per osservare l’impatto delle azioni, delle decisioni e delle politiche dell’Unione Europea sulla vita dei cittadini.

A - Le Missioni dell’Informazione Europea

Per svolgere pienamente il suo ruolo di media transnazionale, euronews si prefigge come obiettivo di portare a termine 4 Missioni d’informazione europea: “Notizie in breve”, “Notizie in prospettiva”, “Notizie approfondite” e “Dirette”.

La Missione “News Brief” (MIE I) mira a fornire ai telespettatori, in modo rapido e conciso, l’essenziale dell’informazione europea del giorno.

La Missione “News Perspective” Mission (MIE II) punta a dare una chiave di lettura dell’attualità europea.

La Missione “In Depth” (MIE III) mira ad una migliore esplorazione delle prospettive aperte dalla cittadinanza europea.

La Missione “Live” (MIE IV) mira a fornire, in tempo reale, un accesso diretto al dibattito pubblico e agli avvenimenti che scandiscono la vita delle Istituzioni Europee.

B - Le regole di produzione

Nell’adempimento di queste Missioni d’informazione europea, euronews si impegna a rispettare delle norme di elevata qualità per rispondere alle aspettative ed ai bisogni dei telespettatori.

Indipendenza

La rete presta un’attenzione particolare all’indipendenza nel trattamento degli argomenti relativi alle questioni di interesse pubblico, politico, sociale e più in generale all’insieme dei temi d’informazione soggetti a controversie. Il contenuto dei programmi deve poter essere elaborato al di là di tutte le pressioni di gualsiasi istituzione europea, partito politico o gruppo economico.

In modo generale, la cura dell’indipendenza detta la condotta di tutti i partecipanti al processo di elaborazione editoriale, dalla raccolta dell’informazione fino alla sua diffusione. Di fatto i giornalisti di euronews si impegnano a “rifiutare ogni pressione ed a accettare delle direttive redazionali solo dai responsabili della redazione” (Dichiarazione dei doveri e diritti dei giornalisti del 1971).

Imparzialità

euronews rispetta l’imparzialità nell’adempimento delle Missioni di informazione europea. L’imparzialità si definisce essenzialmente attaverso la ricerca di un confronto ragionato dei punti di vista, nei limiti dei principi democratici fondamentali. Essa permette di introdurre per la stessa via un trattamento dialettico orizzontale (pro/contro) o verticale (UE/ nazione/regione) del soggetto trattato.

Diversità

I programmi realizzati nell’ambito delle Missioni d’informazione europea vengono elaborati con l’impegno costante di promuovere la diversità culturale, come definita dal trattato (art.151). Si soffermano soprattutto sull’importanza di migliorare la conoscenza della cultura e della storia dei popoli europei.

Le scelte editoriali sono, del resto, sempre effettuate con l’obiettivo di raggiungere un equilibrio tematico e geografico nel trattamento dell’informazione evitando, in particolare, di privilegiare un punto di vista nazionale in rapporto ad un altro.

Rispetto dei telespettatori

Nelle sue Missioni d’informazione europea, euronews vigila scrupolosamente al rispetto dei suoi telespettatori. Sono quindi banditi dai suoi programmi elementi tali da urtare la sensibilità dei telespettatori.

È il caso delle immagini o informazioni manifestamente incompatibili con il buon gusto e la decenza o tali da incoraggiare o suscitare degli atti violenti o di disordine.

La gerarchia editoriale vigila, del resto, per evitare gualsiasi sfruttamento indecente della sensibilità dei telespettatori e ogni sfruttamento abusivo delle credenze o opinioni religiose.

C - I programmi

Al il fine di adempiere le 4 Missioni d’informazione europea, euronews ha concepito diversi Moduli, per meglio inserirsi nel palinsesto generale dei suoi programmi. Ecco un inventario descrittivo che evoca il contenuto (formato, durata e struttura).

1. News Brief (MIE I)

Si tratta del formato “euronews” per eccellenza : un soggetto fresco del giorno, ricco d’immagini, integrato da un commento fattuale e informativo che insiste innanzitutto sugli ultimi sviluppi. Include, spesso, una citazione di una personalità coinvolta e dura tra 1 minuto e 1 minuto e 30, illustrando un soggetto d’attualità. La competenza sviluppata fin dall’origine della rete per trattare l’attualità internazionale serve qui direttamente per elaborare un’informazione vivace ed accessibile alle questioni europee.

Modulo 01: I Servizi girati

Essenzialmente elaborate da Bruxelles, ma suscettibili di essere girate laddove si fa l’attualità europea del momento, “i Servizi girati” sono per euronews quello che l’Alta moda é rispetto al Prêt-à-porter. Priorità ai soggetti europei trascurati dalle agenzie internazionali o inaccessibili a EbS, ma che non provocano minor dibattito nell’opinione publica del Vecchio Continente. Ogni Notizia girata, dopo la sua diffusione su euronews, sarà proposta a degli scambi con UER e quindi ripresa dalla maggior parte delle redazioni di televisioni nazionali attraverso l’Europa.

I Servizi girati in esterno hanno la vocazione di inserirsi in tutti i programmi d’attualità della rete, nei bollettini d’informazione naturalmente, ma anche nelle rubriche specializzate, come Europa o Economia.

Modulo 02: I Servizi post-prodotti

Elaborate da giornalisti specializzati e alimentate principalmente da EbS, ma anche da immagini di agenzie o di televisioni membre dell’UER, i Servizi post-prodotti fanno il punto giorno per giorno sui dossier scottanti che mobilitano l’attenzione pubblica a Bruxelles, a Strasburgo e nei paesi membri. Con questo modulo, l’essenziale dell’attualità delle istituzioni europee trova il suo posto nel cuore della programmazione quotidiana d’euronews, sempre beneficiando di un’attenzione editoriale notevole sia in rapporto ai formati anteriori che in rapporto al trattamento generale dell’attualità internazionale.

Bisogna notare che in termini di formato e di trattamento, i Servizi post-prodotti si declinano in base ai modelli degli argomenti realizzati nella rubrica Europa, che comprende tra 3 e 4 soggetti post-prodotti. Ma, oltre a cio ; questo modulo a vocazione, come nelle Notizie girate, si inserisce in tutti i programmi d’attualità della rete.

2. News Perspective (MIE II)

Mettere l’attualità in prospettiva (MIE II), è questa la vocazione centrale dei Moduli che inseriti in questa missione, sia che siano settimanali o quotidiani. Di una durata superiore a quelli della Missione “Notizie in breve”, si distinguono per una cura costante nel coniugare informazione e spiegazione. Richiami storivi o paragoni geografici contribuiscono, in questo caso, a meglio valutare la portata del soggetto trattato. In termini d’immagini, ciò si traduce attraverso un apporto complementare fatto d’archivi e di infografica. Questi moduli sono particolarmenti adatti alla spiegazione dei dossier europei spesso complessi come pure all’analisi comparativa dell’unità dell’Unione a 25.

Modulo 03: I Servizi settimanali post-prodotti

Di una durata di 2'15", i Servizi settimanali, principalmente intitolati Pass, vogliono prendere una certa distanza dall’attualità immediata per meglio concentrarsi sulla relazione tra l’Unione e il cittadino. Spazio di spiegazione della dimensione europea, della sua specificità istituzionale e delle sue implicazioni dirette per i telespettatori, mirano anche a dare delle chiavi di interpretazione europee per decifrare l’attualità privilegiando, in particolare, la gestione di statistiche che permettano ai telespettatori di situarsi in rapporto ai loro concittadini degli altri Paesi membri.

I Servizi settimanali post-prodotti hanno vocazione a essere diffusi sugli spazi del Breakfast Briefing con, inoltre, delle diffusioni variabili durante la giornata, dalle 08.00 alle 13.00 oppure dalle 15.00 alle 17.00.

Modulo 04 : I Servizi quotidiani girati

Frutto di una collaborazione stretta tra un cronista sul terreno e un “producer” nella sede della redazione di euronews, i Servizi quotidiani girati permettono, su un formato di 2', di introdurre un reportage conciso ed esplicativo sul trattamento degli affari europei. Molto al di là del soggetto fattuale, questo formato sarà particolarmente appropriato per fare dei servizi sul terreno a Bruxelles (dietro le quinte delle istituzioni, tensioni e controversie tra gruppi politici al Parlamento europeo, confronti tra lobbies, manifestazioni di strada...).

Il posto naturale dei Servizi quotidiani girati è nei telegiornali serali, a partire dalle 19.00. Potranno anche arricchire le rubriche specializzate come pure costituire da sole una rubrica complementare dedicata ai reportage ed alle analisi sugli affari europei.

Modulo 05 : I Servizi quotidiani post-prodotti

Come i due Moduli precedenti, i Servizi quotidiani post-prodotti hanno una vocazione di approfondimento applicato all’attualità degli affari europei. Su 2' circa, c’è uno spazio appropriato per sviluppare l’analisi di un fatto saliente, per includere delle testimonianze di esperti, per rendere conto delle tendenze d’opinione, con grafici di supporto. La programmazione di questo Modulo potrà, per esempio, concentrarsi sulla copertura di campagne referendarie sulla Costituzione europea, occasione di prendere in esame le specificità del dibattito e dell’opinione in uno o un altro paese membro.

I Servizi giornalieri post-prodotti, come quelli girati in esterno, trovano la loro collocazione nei telegiornali serali, a partire dalle 19.00, ed anche nelle rubriche specializzate.

3. News In Depth (MIE III)

I Moduli della Missione “Notizie approfondite” si caratterizzano per il ricorso alle diverse tecniche del giornalismo televisivo con l’obiettivo di introdurre la massima varietà nel trattamento degli affari europei facendone, allo stesso tempo, un asse essenziale della programmazione generale della rete.

Modulo 06: I Ritratti & Interviste

Della durata di circa 6', questo Modulo si impone come un complemento indispensabile ai Moduli notizie. Al di là dei fatti, si concentra più sull’uomo, sul suo discorso, sulla sua visone dell’attualità. Banale su una televisione monolingue, l’intervista attira molto di più l’attenzione su euronews, rete volontariamente senza volto. Rappresentando quindi, un’occasione di offrire al telespettatore un punto di vista esclusivo, come protagonista europeo, sull’attualità più recente.

I Ritratti & Interviste sono destinati ad essere diffusi il giorno stesso della loro realizzazione, dal lunedì al venerdì a partire dalle 21.15 e ad ogni ora.

Modulo 07: I dibattiti

Il dibattito è un esercizio delicato in un contesto internazionale e su una rete multilingue. È nondimeno decisivo per presentare al telespettatore la dimensione dialettica e democratica della costruzione europea. Oltre al faccia a faccia, questo modulo ricercherà delle modalità nuove di confronto reale mettendo, per esempio, un protagonista europeo sotto la pressione delle domande dei giornalisti, dei cittadini o di esperti critici, scettici, oppure opposti o ostili. Di una durata approssimativa di 7'30", il dibattito sarà girato in studio, con una realizzazione centrata sulle espressioni dei partecipanti e in deliberata assenza di ogni moderatore.

Unico modulo a periodicità mensile, il dibattito è attualmente diffuso sotto il titolo di Agorà, 10 volte dal sabato alle 14.15 al lunedì alle 16.15.

Modulo 08: I Magazines girati di 8'

Il reportage è uno strumento particolarmente adatto per far scoprire al telespettatore la diversità europea. È inoltre, nel formato di 8 minuti, per evidenziare l’impatto sui cittadini delle misure prese dalla Commissione europea. È, infime, l’occasione di dare la parola ai suoi concittadini, per confrontare sul posto i punti di vista contradditori che possono suscitare le politiche europee nell’ambito della società civile. Lavorando quotidianamente su questi dossier, in un contesto multiculturale, i giornalisti di euronews vi trovano il mezzo migliore per sfruttare sul terreno le loro conoscenze acquisite in redazione.

Intitolati Europeans, i Magazines girati di 8' vengono diffusi in giornata negli spazi “News e Lifestyle”. Fanno l’oggetto di due diffusioni nell’ora di punta televisiva, nell’ambito delle notizie serali delle 21.45.

Modulo 09: I Magazines di 8' post-prodotti

Le Istituzioni europee ed altre sviluppano la produzione di VNR (Video News Releases), strumenti audiovisivi di illustrazione delle loro priorità strategiche. Visto il materiale ricevuto attualmente, è realistico pensare che il flusso di queste produzioni provenienti alla Redazione permetta d’alimentare una fascia di programmazione di 8' alla settimana. La redazione di euronews si riserva tuttavia il diritto di non manolare in onda un VNR incompatibile con i suoi standard di qualità sia editoriali che tecnici.

Come i Magazines girati di 8', ed anche sotto il titolo di Europeans, questi Magazines di 8' post-prodotti vengono diffusi in giornata nelle fasce “News” e “Lifestyle”. Sono l’aggetto di 2 diffusioniin ore di punta nell’ambito delle notizie serali delle 21.45.

Modulo 10: Le Rassegne europee

Programma particolarmente adatto al week-end, la Rassegna europea elenca in 8' gli argomenti che hanno marcato l’attualità degli affari europei durante la settimana passata. Questo inventario è seguito da un’agenda infografica che annuncia gli avvenimenti principali previsti per la settimana a venire.

La Rassegna europea intitolata Europa Review viene diffusa 4 volte al giorno il sabato e la domenica.

4. Direct (MIE IV)

Modulo 11: Le Dirette europee

Un solo e unico Modulo in questa quarta e ultima Missione d’informazione europea: la diffusione in diretta, con commento e traduzione in 7 lingue, dei grandi avvenimenti dell’Unione europea e delle sue Istituzioni (sedute, dibattiti e votazioni del Parlamento europeo, Consigli europei, conferenze stampa, visite dei capi di Stato e di Governo, celebrazioni e commemorazioni,..). Questo accesso diretto ai fatti salienti della vita pubblica europea permette al telespettatore di farsi un proprio giudizio sulle decisioni prese al vertice dell’Unione.

La durata di queste Dirette, altrimenti dette Live, può variare ampiamente in funzione dell’avvenimento trasmesso. Sarà in media di 30'. In ogni caso, queste dirette rappresenteranno un totale annuale di 12 ore, ovvero 720 minuti.

QUANTITÀ ANNUALI PER MISSIONE E PER MODULO

Accanto agli impegni qualitativi definiti qui sopra, euronews fornisce anche ai suoi telespettatori delle garanzie quantitative che riguardano il numero di unità diffuse annualmente per ogni modulo. Ogni Missione d’Informazione europea vede così chiaramente precisata la sua presenza sull’emissione di euronews.

Missione I – 1,227 News Brief

  • Module 01 – 141 Servizi girati
  • Module 02 – 1,086 Servizi post-prodotti

Missione II – 198 News Perspective

  • Module 03 – 104 Servizi settimanali post-prodotti
  • Module 04 – 26 Servizi quotidiani girati
  • Module 05 – 68 Servizi quotidiani post-prodotti

Mission III - 200 News In Depth packages

  • Module 06 – 47 Ritratti e Interviste
  • Module 07 – 12 Dibattiti
  • Module 08 – 47 Magazines di 8 mn
  • Module 09 – 47 Magazines di 8 mn post-prodotti
  • Module 10 – 47 Rassegne europee

Missione IV – 24 Directs

  • Module 11 – 720 minuti di Dirette europee, ovvero circa 24 x 30 minuti

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?