This content is not available in your region

Figlio martire piazzale Loreto, no eredi fascismo a Chigi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Cenati, considerazioni politiche non c'entrano con cerimonia
Cenati, considerazioni politiche non c'entrano con cerimonia

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">MILANO</span>, 10 <span class="caps">AGO</span> – “Il 25 settembre quando voteremo<br /> inorridisco pensando che 100 anni dopo la marcia su Roma gli<br /> eredi del fascismo possono prendersi Palazzo Chigi e mettere<br /> mano alla Costituzione”. Lo ha detto Sergio Fogagnolo, figlio di<br /> Umberto, uno dei partigiani assassinato dai nazifascisti in<br /> piazzale Loreto il 10 agosto del 1944, durante la cerimonia in<br /> ricordo dell’eccidio. Nell suo intervento, Fogagnolo ha anche<br /> definito il leader della Lega, Matteo Salvini, “ministro<br /> dell’Interno con vocazione totalitaria”. Prende le distanze il<br /> presidente di Anpi Milano, Roberto Cenati: “sono considerazioni<br /> che non c’entrano nulla con la commemorazione”. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.