This content is not available in your region

Extracomunitari "pagati a carrube", sospeso coach volley

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Stop di 3 mesi per esponente sardo di Casapound
Stop di 3 mesi per esponente sardo di Casapound

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">CAGLIARI</span>, 12 <span class="caps">APR</span> – Dovrà stare lontano dalla<br /> panchina e dal campo di gioco per tre mesi, così come da ogni<br /> attività federale. L’ex commissario tecnico della nazionale<br /> italiana under 21 di pallavolo femminile non udenti e allenatore<br /> di una società di Tortolì, il cagliaritano Enrico Balletto, 49<br /> anni, esponente di Casapound e candidato alle suppletive alla<br /> Camera del 2019 nel collegio di Cagliari, è stato squalificato<br /> per tre mesi dal Tribunale federale della Fipav, la Federazione<br /> italiana pallavolo. Ne danno conto i quotidiani sardi. Come si legge nella decisione, pubblicata il 6 aprile, la<br /> vicenda risale ad un commento su Facebook del 20 dicembre 2021,<br /> dove Balletto avrebbe ipotizzato che cinque ragazzi<br /> extracomunitari ingaggiati dal Comitato regionale Fipav per<br /> lavorare alla finale del World Tour di Beach Volley che si è<br /> tenuta a Cagliari, fossero stati pagati con “carrube, secchi<br /> d’acqua o una miseria”. A segnalare il commento al presidente<br /> della Fipav sarda, Eliseo Secci, è stato l’organizzazione della<br /> finale del World Tour, Pierpaolo Murgioni, che aveva pubblicato<br /> l’immagine sua e dei cinque ragazzi di colore, scelti con la<br /> collaborazione della Caritas e pagati – si è poi accertato – cento euro al giorno, come tutti coloro che hanno lavorato<br /> all’evento. Il procuratore federale Giorgio Garlaschelli aveva chiesto la<br /> sospensione di Balletto per cinque mesi, mentre i difensori<br /> Linda Corrias e Davide Mollica avevano sostenuto che il post<br /> fosse da considerare una libera manifestazione del pensiero non<br /> offensiva dell’onorabilità della Fipav o di Murgioni. Il<br /> collegio della giustizia sportiva, presieduto da Massimo Rosi,<br /> ha invece ritenuto che Balletto avrebbe “dileggiato il tesserato<br /> Murgioni e la funzione svolta su incarico della Fipav Sardegna,<br /> accusandolo falsamente di aver utilizzato immigrati invece che<br /> isolani per evitare di corrispondere la giusta retribuzione ai<br /> lavoratori”. La difesa dell’alternatore ha annunciato ricorso<br /> alla Corte Federale d’Appello. (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.