This content is not available in your region

Pnrr: La Torre, se si vuole, si vince battaglia contro mafia

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Più disincantata la stampa. Incontro a Trieste su criminalità
Più disincantata la stampa. Incontro a Trieste su criminalità

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">TRIESTE</span>, 14 <span class="caps">MAR</span> – “Se si vuole, assolutamente sì,<br /> come capisco dalle cose che leggo, e mi sembra che si stia<br /> andando in quella direzione. Mi auguro che venga fatto tutto<br /> presto e bene, anche perché i fondi cominciano ad arrivare”. E’<br /> il parere di Franco La Torre – figlio dell’onorevole Pio che<br /> intentò la confisca dei beni alla mafia e fu ucciso da Cosa<br /> nostra – rispondendo alla domanda se si può vincere la battaglia<br /> contro la mafia che vuole impossessarsi dei fondi del Pnrr. La Torre è intervento a margine della presentazione del suo<br /> libro “L’antimafia tradita. Riti e maschere di una rivoluzione<br /> mancata” (Zolfo, pagg. 256, euro 17), nell’ ambito del progetto<br /> Pequod del Teatro Miela. Secondo La Torre “la strumentazione c‘è tutta, le banche dati<br /> possono dialogare tra loro, i prefetti sono capaci e possono<br /> favorire gli scambi tra le banche dati stesse. Si può fare tutto<br /> e in tempi stretti”. Al contrario, “il Codice degli appalti<br /> sembra una norma concepita per non far capire come stanno le<br /> cose, è un pessimo servizio”. Più scettici i giornalisti del settore: “Vere indagini sul<br /> riciclaggio sono state pochissime in questi anni – dice Attilio<br /> Bolzoni – Non dipende dai nostri apparati di polizia, che sono<br /> di eccellenza, è il potere politico che vola basso. E poi, un<br /> pezzo dello Stato ha il cuore nero”. Infine, “lo Stato si muove<br /> con la mafia emarginata; con la mafia dei grandi affari non si<br /> muove”. Per Enrico Bellavia, “la mafia ora è attratta dal flusso<br /> di denaro pubblico. Non ha più bisogno nemmeno dei legami con i<br /> luoghi d’origine, è più subdola e mimetica, specializzata<br /> nell’impiego di denaro pubblico e nella finanziarizzazione del<br /> circuito economico-finanziario apparentemente sano. Fa shopping,<br /> entra nelle società con quote azionarie, fa riciclaggio”.<br /> (<span class="caps">ANSA</span>).</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.