Sopravvissuto ponte, qualcuno paghi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Sopravvissuto ponte, qualcuno paghi
Ardini era rimasto appeso all'auto a venti metri di altezza

<p>(<span class="caps">ANSA</span>) – <span class="caps">GENOVA</span>, 26 <span class="caps">AGO</span> – “Qualcuno deve pagare. Parliamo di<br /> un ponte che viene usato da migliaia di persone. Ora dicono<br /> addirittura che quello che è rimasto in piedi è più marcio di<br /> quello che è venuto giù”. Lo ha detto dal letto dell’ospedale,<br /> intervistato da Rainews Gianluca Ardini, uno dei sopravvissuti<br /> al crollo. “Vorrei incontrare il vigile del fuoco che mi ha<br /> salvato la vita. Se non mi avesse trovato non so quanto avrei<br /> resistito”. Gianluca è uno dei miracolati del Morandi. E rimasto appeso<br /> alla sua auto grazie alla cintura al furgone con cui andava al<br /> lavoro. La vettura, distrutta nella caduta, era rimasta<br /> incastrata tra le macerie del ponte a una ventina di metri dal<br /> suolo. I vigili del fuoco lo hanno imbragato e portato a terra<br /> cercando di non creare ulteriori problemi alla grave ferita alla<br /> spalla di Gianluca. “Ho resistito per la mia famiglia e per la<br /> voglia di vivere” ha detto.</p>

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.