ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allarme giovani neonazisti in Ucraina

Lettura in corso:

Allarme giovani neonazisti in Ucraina

Allarme giovani neonazisti in Ucraina
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ allarme giovani neonazisti in Ucraina dopo l’ennesimo attacco a un campo rom avvenuto domenica sera a Leopoli dove un 24 enne è rimasto ucciso.

Secondo un report di Human Rights Watch i gruppi di estrema destra si sarebbero macchiati negli ultimi due mesi di 25 atti di violenza sessuale, di raid e pogrom contro minoranze musulmane, rom e omossessuali. Finora, come confermato anche il Capo dello polizia, Yaroslav Trakal, sono stati fermati 7 ragazzini di 16 e 17 anni i presunti autori dell’attacco, mentre un 20enne è finito in manette, con l’accusa di aver organizzato l'attacco al campo.

Viktor Ponomarenko, avvocato di uno di questi minorenni, adepti del gruppo Misanthropic Division che rivendica apertamente ideologia e gesta del nazismo, ha già fatto sapere che farà ricorso in appello. “Ha commesso un errore. L'ha capito e l’ha ammesso. La misura presa è dunque eccessiva.”

Secondo molte ONG le autorità ucraine ma anche l’Unione Europea non stanno affrontando il problema in modo fermo e deciso. Finora i gruppi neonazi avevano agito nella totale impunità. Lo scorso aprile il gruppo di estrema destra C14 aveva bruciato un accampamento Rom a Kiev costringendo donne e bambine a fuggire, ma la polizia si era rifiutata d'indagare.