ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marche, Patto ricostruzione e sviluppo

Lettura in corso:

Marche, Patto ricostruzione e sviluppo

Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - ANCONA, 25 MAG - "Sulla ricostruzione ci ritroviamoin linea con gli obiettivi che l'esecutivo nazionale si è datonel proprio contratto, mentre a livello europeo viviamo ilpassaggio tra la vecchia programmazione dei fondi e quella delprossimo settennio che apre prospettive interessanti". Lo hadetto il presidente Pd della Regione Marche Luca Ceriscioli,presentando il Patto per la ricostruzione delle aree colpite dalsisma e lo sviluppo delle Marche. "Un profilo strategico e di grande valore per laricostruzione, frutto della condivisione e della collaborazionedei rappresentanti istituzionali e sociali del territorio, conuna visione comune degli obiettivi - ha sintetizzato -. LeMarche, regione plurale per eccellenza, riescono a valorizzareil contributo di tutti dentro un documento unitario". Il Patto èuna strategia in corso di definizione, che allinea gliorientamenti della Giunta regionale con il suo Tavolo per losviluppo, il lavoro avviato dall'Assemblea legislativa con laricerca realizzata dai quattro atenei marchigiani "10+1 sentieridi sviluppo per l'Appennino marchigiano", l'impegno dell'Istao(Istituto Adriano Olivetti). Un patto da sottoscrivere, inprospettiva, con il Governo nazionale e l'Unione europea, "chepoggia già su basi solide", ha spiegato Ceriscioli. "Ci presenteremo non con progetti nuovi, totalmente a caricodi un Accordo di programma quadro da sottoscrivere, ma conelementi che hanno già un finanziamento nei nostri strumentistrategici" ha aggiunto, citando l'esempio della Pedemontana."La differenza tra le Marche e le altre regioni terremotate èche per noi l'area colpita dal sisma è un'area di sistema - haricordato Ceriscioli -, sono le Marche intere. Concentriamo glisforzi nell'area colpita, ma puntiamo a coinvolgere l'interosistema territoriale. L'obiettivo è lo sviluppo e il rilanciodelle comunità terremotate, ma l'impegno tocca e coinvolgeinevitabilmente tutto il territorio regionale". Secondo l'illustrazione curata dal presidente dell'IstaoPietro Marcolini, la proposta progettuale delinea 94 iniziative(41% pubbliche, 59% private), raggruppate in dieci aggregazionitematiche, per 1,78 miliardi di investimenti e una stimaoccupazionale di 9.600 unità. Il cronoprogramma prevede unconvegno di presentazione del progetto (8 giugno pressol'Istao), l'approvazione (entro giugno) da parte del Consiglioregionale di un atto d'indirizzo che dia mandato alla Giunta diprocedere alla stesura del Patto e alla sua condivisionenazionale e in ambito europeo. Entro l'estate la stesura delPatto (caratteristiche dei territori, quadro economico,obiettivi di sviluppo, gestione degli stessi), a cui seguirà(settembre-ottobre) la presentazione al Governo nazionale e allaCommissione europea e la condivisione della strategianell'ambito delle misure del bilancio regionale 2019-2020(novembre-dicembre). "Nei prossimi giorni presenteremo una risoluzione in cuiconfluiranno i due percorsi attivati dal Consiglio e dallaGiunta, chiederemo ai gruppi consiliari di condividere ilpercorso" ha annunciato il presidente del Consiglio regionaleAntonio Mastrovincenzo.(ANSA).
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.