ULTIM'ORA

Liberia al voto: il paese sceglie il successore di Ellen Johnson Sirleaf

Oltre due milioni di liberiani alle urne martedì 10 ottobre: per la prima volta dal '44 a un presidente eletto democraticamente ne seguirà un altro eletto democraticamente

Lettura in corso:

Liberia al voto: il paese sceglie il successore di Ellen Johnson Sirleaf

Dimensioni di testo Aa Aa

Oltre due milioni di liberiani sono attesi alle urne questo martedì per eleggere il nuovo presidente e i membri della Camera dei rappresentanti. Si tratta delle terze elezioni dal 2003, anno in cui è finita la guerra civile che ha causato più di 200mila vittime nel paese.

Il premio nobel per la pace Ellen Johnson Sirleaf ha concluso i due mandati consentiti dalla Costituzione e per la prima volta dal 1944 a un presidente eletto democraticamente ne seguirà un altro eletto democraticamente.

I candidati alla successione sono venti. Tra questi ci sono l’attuale vicepresidente Joseph Boakai e l’ex calciatore del Milan George Weah, già sconfitto dalla Johnson Sirleaf nelle elezioni del 2005.

A garantire la regolarità del voto e la sicurezza nei seggi elettorali più di 5000 addetti, tra agenti di polizia e membri della Missione delle Nazioni Unite in Liberia.

“A nessun membro del personale di sicurezza sarà consentito di aprire le urne, nessuno di loro sarà coinvolto nel conteggio. Siamo stati molto chiari in proposito”, dice il responsabile della sicurezza Sam Collins.

Nessuno dei candidati sembra avere il 50 per cento dei voti più uno necessari per essere eletto direttamente, di conseguenza sarà quasi certamente necessario un secondo turno.

Corruzione e disoccupazione giovanile i temi al centro della campagna elettorale in un paese in cui il tasso di disoccupazione giovanile è pari a circa l’85 per cento.

Dopo il voto la commissione elettorale ha fino a due settimane di tempo per annunciare il nuovo presidente.