ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da Andrew ad Harvey: uragani a confronto

Lettura in corso:

Da Andrew ad Harvey: uragani a confronto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’uragano Harvey è stato definito “un evento senza precedenti” dall’agenzia meteorologica statunitense. Le immagini delle inondazioni, in particolare a Houston, ricordano quelle di New Orleans dopo il passaggio dell’uragano Katrina nel 2005. Abbiamo messo a confronto Harvey con gli altri uragani che hanno colpito gli Stati Uniti negli ultimi 25 anni.

Venti

Harvey non è tra primi tre uragani per quanto riguarda la velocità raggiunta dalle raffiche di vento. Il primato spetta ad Andrew, uragano che colpì Lousiana e Florida nel 1992, con folate che arrivarono fino a 284 km/h. Harvey ha raggiunto punte di 240 km/h.

Piogge

È la quantita di pioggia caduta a distinguere Harvey dagli altri uragani. La sua bassa velocità di movimento (vedi sotto) ha fatto sì che l’uragano rimanesse nella stessa zona più a lungo. Questo fenomeno, unito all’aria calda, ha accentuato le precipitazioni: in poche ore su Houston sono caduti 635 millimetri di pioggia, la stessa quantità che cade di solito in un anno.

Velocità di spostamento

Al contrario di quanto si crede gli uragani non si muovono velocemente. In media la velocità è tra i 20 e i 25 km/h. Per ora, Harvey si è spostato a circa 16 km/h, il più lento dei sette uragani che abbiamo messo a confronto. Non una buona notizia: in questo modo resta più a lungo nella stessa zone e, di conseguenza, può generare più danni.

Innalzamento del livello del mare

I forti venti causati dalla bassa pressione generano un innalzamento del livello del mare. Quando un uragano arriva sulla terraferma il livello delle acque dell’oceano aumenta, causando inondazioni. Nel 2005 il passaggio di Katrina generò un innalzamento di 8 metri, facendo finire sott’acqua interi quartieri di New Orleans. Harvey finora ha generato un aumento di ‘soli’ 2,13 metri.

Diametro dell’uragano e del suo occhio

Il diametro dell’uragano e del suo occhio non dicono niente del suo potere di distruzione. Harvey è per il momento il più piccolo degli uragani che abbiamo confrontato.

Vittime

Sono 9 al momento le vittime accertate dell’uragano. Per fortuna siamo lontani dai numeri di Katrina, che causò la morte di 1800 persone, mentre furono 147 le vittime di Sandy, uragano che colpì New York e lo stato del New Jersey nel 2012.

Danni

A causa delle inondazioni che fecero finire sott’acqua New Orleans, Katrina è di gran lunga l’uragano che ha causato il maggior danno anche dal punto di vista economico: il suo costo è stato stimato in 108 miliardi di dollari. Al secondo posto c‘è Sandy con 50 miliardi di dollari. Per Harvey non ci sono ancora stime precise, ma il governatore del Texas ha parlato di danni per miliardi di dollari.

Fonti : Noaa, National Weather service, NASA, USGS, Florida Department of Environmental Protection, University of Arizona, Coastal Studies Institute, Louisiana State University, Coastal and Marine Hazards, Risks, and Disasters by Jean Ellis,Douglas J. Sherman, media statunitensi