ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Congo, scoperte 42 fosse comuni

L'ONU accusa forze governative e milizie Bana Mura di massacrare i civili (etnie Luba e Lulua)

Lettura in corso:

Congo, scoperte 42 fosse comuni

Dimensioni di testo Aa Aa

Fosse comuni e massacri di ogni genere. L’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Zeid Ra’ad Al Hussein, ha accusato le autorità della Repubblica democratica del Congo di armare una milizia, teoricamente ingaggiata contro i ribelli antigovernativi Kamwina Nsapu, che ha massacrato i civili nella regione del Kasai. Le vittime appartengono principalmente ai gruppi etnici Luba e Lulua.
Zeid Ra’ad Al Hussein: “Le vittime hanno raccontato che milizie Bana Mura si accompagnano a membri dell’esercito congolese e della polizia”.
Questi mutilano, violentano, seviziano. L’Alto Commissario ha aggiunto:
“Sono state documentate 42 fosse comuni, dall’ufficio dei diritti umani nel Kasai. Potrebbero essere molte di più. Molti rifugiati hanno raccontato di essere stati costretti a seppellire vittime in altre fosse comuni”.
L’Alto Commissario ha chiesto l’apertura di un’inchiesta internazionale sulla situazione nella regione dove 3.383 persone sono state uccise dal novembre 2016, secondo la Nunziatura Apostolica di Kinshasa.
La conseguenza sono 1,3 milioni di profughi, centinaia di loro cercano rifugio ogni settimana in Angola (più di 30 mila quelli già registrati).