ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Brexit: la vittoria del Leave travolge David Cameron

mondo

Brexit: la vittoria del Leave travolge David Cameron

Pubblicità

Il Regno Unito lascia l’Unione europea e David Cameron lascia la guida del governo.
Travolto dall’esito del referendum, il premier si dimette, solo 7 settimane dopo essere stato rieletto.

Cameron rimarrà in carica per qualche mese, ma a far uscire formalmente Londra dai Ventotto, facendo ricorso all’articolo 50 del Trattato di Lisbona, sarà un altro leader.

“Un negoziato con l’Unione europea dovrà iniziare sotto un nuovo primo ministro – afferma – e penso sia giusto che sia questo nuovo ministro a decidere quando far scattare l’articolo 50 e avviare l’iter formale e legale per lasciare l’Unione. Presenzierò al Consiglio europeo della settimana prossima per spiegare la decisione presa dal popolo britannico e la mia decisione.”

Il Leave ha prevalso con il 51,9% contro il 48,1 dei Remain, in un voto che spacca il Paese, con gli elettori di Inghilterra e Galles decisi a divorziare da Bruxelles, contrariamente a quelli di Scozia e Irlanda del Nord.

Il leader laburista Jeremy Corbyn commenta: “Il Paese si è diviso, ma ha preso la sua decisione. Ora dobbiamo organizzare il modo in cui lasciaremo l’Unione, ma anche come svilupperemo una forte relazione economica con l’Europa e con altre parti del mondo. Un grandissimo numero di posti di lavoro si basa su questo.”

Tra le città inglesi si distingue la cosmopolita Londra, dove la maggioranza ha votato per restare in Europa.

      Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

      traduzione automatica

      Prossimo Articolo