ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cartoon Xira 2016

Lettura in corso:

Cartoon Xira 2016

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta in otto anni Cartoon Xira ospita tra i vignettisti stranieri, una donna: la belga Cécile Bertrand. In un mondo di uomini, Cécile

Per la prima volta in otto anni Cartoon Xira ospita tra i vignettisti stranieri, una donna: la belga Cécile Bertrand.

In un mondo di uomini, Cécile rappresenta un’eccezione: lei è caricaturista editoriale del giornale francofono La Libre Belgique.

Questa scelta fatta dal curatore, António Antunes, è un segno positivo per il sindaco di Vila Franca de Xira:

Alberto Mesquita, sindaco di Vila Franca de Xira: “È estremamente importante la presenza di una donna, perchè offre con quella femminile una visione completa della società. Penso che passo dopo passo, le donne conquisteranno la loro naturale collocazione. Ma c‘è ancora molta strada da fare ed è ció che il lavoro di Cécile mostra, qui.”

Infatti, nel flashback dei suoi 25 anni, assistiamo al fidanzamento di Cécile Bertrand e alla sua denuncia delle disparità tra uomo e donna.

Una divisione che lei sente sin da quando era piccola: “Già quando ero una bambina pensavo fosse molto ingiusto farmi stringere le gambe cosí, invece che tenerle accavvallate o divaricate, che poi era anche peggio, di sedersi in questo modo. I ragazzini potevano fare tutto e noi, invece, no! “

Il lavoro di Cécile, non tratta solo il femminismo. Lei interpreta anche altri importanti argomenti.

Tra i temi esposti alla Mostra del Fumetto di Xira: la retrospettiva 2015 delle principali notizie sui giornali portoghesi

Tra gli 11 artisti presenti a questa 17ma edizione, c‘è anche Cristina Sampaio, unica vignettista portoghese, donna.

Cristina Sampaio, vignettista portoghese: “Ci sono molte donne illustratrici e anche molto brave, ma a commentare la politica ci sono solo io, in Portogallo. Non ci sono molti media su cui pubblicare. I quotidiani chiudono… Quindi, la difficoltà non sta nell’essere donna e vignettista, ma essere un vignettista e basta”.

Con la crisi della carta stampata, Internet non rappresenta l’alternativa, spiega António, curatore della mostra:

António Antunes, vignettista e curatore della mostra: “Internet può essere un’integrazione, ma non un’alternativa, perché Internet di solito non paga. Il lavoro non viene pagato o è mal pagato. È una sede secondaria dei media su carta. Quindi, credo che Internet sia ottimo per varie cose, ad esempio per diffondere, per mostrare, per presentare alcuni cartoni animati, ma non è la soluzione ».

Le vignette di questa mostra non hanno bisogno di Internet: sono state pubblicate sulla stampa portoghese nel corso del 2015 e potranno essere ammirate fino all’8 maggio al “Celeiro da Patriarcal” di Vila Franca de Xira, in Portogallo.

In 100 illustrazioni è ritratto l’anno scandito dal dramma dei rifugiati, il cambio del governo portoghese, la crisi greca o ancora, gli attacchi di Parigi di novembre e quelli di gennaio di Charlie Hebdo.

Dulce Dias, Vila Franca de Xira, euronews: “I fumettisti non hanno perso l’occasione di disegnare anche gli altri temi che hanno caratterizzato il 2015: per esempio, lo scandalo delle emissioni Volkswagen o quello della corruzione nella FIFA.”