ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: il Tribunale dell'Ue annulla parzialmente le sanzioni per 5 fedelissimi di Yanukovych

La Corte Europea di Lussemburgo ha parzialmente annullato le sanzioni dell’Unione Europea nei confronti degli uomini di fiducia dell’ex presidente

Lettura in corso:

Ucraina: il Tribunale dell'Ue annulla parzialmente le sanzioni per 5 fedelissimi di Yanukovych

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte Europea di Lussemburgo ha parzialmente annullato le sanzioni dell’Unione Europea nei confronti degli uomini di fiducia dell’ex presidente Viktor Yanukovych. La Corte ha annullato il congelamento dei beni per 5 ex alte cariche ucraine, tra cui l’ex premier e l’ex vice premier, che era stato deciso nel marzo del 2014.

Secondo il Tribunale, i riscontri forniti dall’Ucraina non sono stati adeguati e sufficienti per provare l’appropriazione indebita di beni di stato da parte di questi 5 ex ufficiali.

Non è d’accordo il capo del Dipartimento Speciale Investigazioni del Procuratore Generale: “Durante l’ultimo anno abbiamo inviato più di 70 lettere per informare le istituzioni europee a proposito dell’inchiesta, abbiamo fornito loro tutte le informazioni necessarie perchè potessero prendere la decisione di estendere le sanzioni”.

Secondo il Tribunale dell’Unione Europea non è possibile procedere con il congelamento dei beni solo sulla base di lettere del procuratore generale ucraino. E anche gli esperti legali la pensano allo stesso modo. Questa l’opinione di Mykhailo Ilyashev: “E’ un altro segnale per l’Ucraina. Se il Paese continua a investigare in questo modo così debole, presto o tardi, tutte le sanzioni saranno annullate”.

Tutti gli indagati sono fuggiti all’estero dopo la rivolta di piazza Maidan che ha portato al rovesciamento del regime di Yanukovic. Secondo i media vivono in Russia. L’attuale primo ministro, Yatsenyuk, accusa l’amministrazione Yanukovich di aver sottratto oltre 37 miliardi di dollari dalle casse dello Stato.