ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nagasaki 70 anni dopo, Shinzo Abe:"Mai più armi nucleari"

Alle 11.02 ora locale sono rintoccate le campane di Nagasaki. “Mai più armi nucleari” ha ribadito il primo ministro nipponico a 70 anni dall’ordigno

Lettura in corso:

Nagasaki 70 anni dopo, Shinzo Abe:"Mai più armi nucleari"

Dimensioni di testo Aa Aa

Alle 11.02 ora locale sono rintoccate le campane di Nagasaki. “Mai più armi nucleari” ha ribadito il primo ministro nipponico a 70 anni dall’ordigno sganciato dagli Stati Uniti che ha fatto circa 74mila morti. A Nagasaki le lancette della memoria sono rimaste ferme a quell’ora del 9 agosto 1945. Tre giorni dopo Hiroshima, una seconda città giapponese veniva colpita a morte dagli Stati Uniti per porre fine al secondo conflitto mondiale.

“Il Giappone è l’unico Paese al mondo che ha subito un bombardamento atomico in guerra. Rinnovo l’impegno del Paese a guidare il mondo nello sforzo verso il disarmo nucleare, al fine di non avere più armi’‘, ha detto Shinzo Abe che durante il suo intervento è stato contestato dai membri dell’associazione dei sopravvissuti alla bomba. Ad essere criticata è la sua riforma sulla sicurezza che permetterà l’impiego delle forze armate all’estero in missioni di combattimento.

L’orrore di chi ha vissuto la bomba atomica è rimasto lo stesso: “Non voglio che ci sia una nuova guerra. Il solo ricordo della bomba atomica mi fa tremare ancora”, dice una sopravvissuta.

“Dei cinque membri della mia famiglia, quattro sono morti nel bombardamento. Non vorrei mai rivivere un’atrocità del genere’‘, aggiunge un’altra.

Il lancio dell’ordigno fu effettuato dall’aeronautica militare americana sulla zona industriale di Nagasaki. Il Secondo conflitto mondiale fu una guerra totale ancor più della prima del 1914-18. Durò quasi sei anni, dal 1939 al 1945, e si concluse con il bombardamento atomico del Giappone. Il secondo fu il più grande e disastroso conflitto della storia umana: oltre 50 milioni i morti.