Hillary Clinton lancia la campagna per le prossime presidenziali statunitensi

Access to the comments Commenti
Di Alberto De Filippis
Hillary Clinton lancia la campagna per le prossime presidenziali statunitensi

La candidata democratica era a Roosevelt Island, davanti a migliaia di sostenitori, per il suo primo test elettorale. Una campagna tutta basata sul sociale, sulla riforma dell’immigrazione, sui diritti per tutti, ma soprattutto, volta a rilanciare il sogno americano, quel sogno su cui Barack Obama ha ottenuto due mandati. La Clinton non è andata troppo nello specifico. Troppo presto per offrire spunti per essere attaccata al campo repubblicano. Ha però strizzato l’occhio alla classe media.

“La prosperità non può essere solo per i ricchi amministratori delegati, per le multinazionali e per i miliardari”, ha detto, “grazie a voi questo paese va avanti e sapete una cosa? L’America non può avere successo se non ne avrete voi”.

A un anno e mezzo dalle elezioni l’avversario della Clinton potrebbe essere il rampollo di un’altra grande dinastia, ma repubblicana: Jeb Bush, ex governatore della Florida. Fratello e figlio di presidenti.

Jeb Bush non ha ancora ufficialmente annunciato la sua candidatura per le prossime presidenziali, e la sua campagna parte però col piede sbagliato. Ci sono difficoltà nella raccolta fondi per raccogliere i primi 100 milioni di dollari nei primi sei mesi del 2015. A differenza della rodatissima macchina di consensi guidata dalla Clinton.